Italia

Al Qaeda, dal web minacce di morte a Berlusconi e Allam

Silvio Berlusconi MILANO. Silvio Berlusconi e il vicedirettore del Corriere della Sera, Magdi Allam, di recente convertitosi al cristianesimo, hanno ricevuto minacce di morte attraverso alcuni messaggi apparsi sul forum di uno dei siti islamici più famosi del web, Ekhlas, ritenuto legato ad al Qaeda.

Rispetto agli episodi verificatisi in passato, quando le minacce apparivano in lingua araba, ora queste sono state postate direttamente in lingua italiana. “Sono due due morti che camminano…proprio come si auto definiva falcone..messaggio in codice?! Forse!”, scrive un utente che usa lo pseudonimo di “Muhajir Allah Wadáa Ahlahu” (“Emigrante di Allah ha dato l’addio alla sua gente”). Lo scorso 22 febbraio, la polizia postale aveva chiuso quattro blog filo-islamici che rilanciavano in Italia i proclami dei capi del’organizzazione di Bin Laden e che erano attestati su un server italiano, Splinder. In quell’ambito la Digos di Verona aveva denunciato sette persone. Il principale dei blog era gestito dal Senegal dal noto ex Imam di Carmagnola, già espulso dal territorio nazionale, e un secondo era collegabile alla moglie, che lo curava sempre dal Senegal. Gli altri due diari filo-islamici online venivano invece gestiti direttamente in Italia. I sette denunciati dalla Digos erano tutti italiani, incensurati, finiti nella rete del proselitismo islamico attraverso il blog Qital, gestito appunto dall’ex Imam di Carmagnola. Si riscontreranno, invece, maggiori difficoltà a chiudere un sito come Ekhals che, come gli altri in lingua araba, è appoggiato su un server estero.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico