Cesa

Le sequestrano gioielli e oro, poi il giudice ne ordina restituzione

 CESA. Accusata di aver rubato gioielli ed oggetti d’oro dal valore di 15 mila euro, i carabinieri avevano messo sotto sopra la sua abitazione e, nel corso di una perquisizione domiciliare, provveduto al sequestro di orologi, bracciali e beni di questo tipo.

Nei giorni scorsi, però, il tribunale del Riesame di Napoli, ha disposto il dissequestro di tutti i beni e la restituzione degli oggetti. La brutta vicenda è capitata ad una donna, M.M., originaria di Cesa, accusata di aver messo in atto un furto all’interno di un’abitazione. La donna è stata denunciata dai proprietari, da coloro che quindi hanno subito il furto. A seguito della denuncia le forze dell’ordine eseguirono una perquisizione a casa della indagata, sequestrando oggetti preziosi per un ingente valore. Le “vittime” del furto, poi, riconobbero i beni trovati a casa della signora come proprie e per questo ci fu il sequestro, convalidato dai giudici. Contro il sequestro la signora ha proposto ricorso e, difesa dall’avvocato Enzo Guida, è riuscita ad ottenere un primo risultato positivo, in quanto i beni le sono stati restituiti. Infatti, la donna, tramite il proprio legale, è riuscitaa riottenere gli oggetti. Resta indagata, in attesa del processo, e dovrà dimostrare la sua estraneità rispetto alle accuse che le vengono mosse.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico