Caserta

Uso dei beni confiscati, don Ciotti a Caserta

don CiottiCASERTA. Mercoledì 4 giugno, alle ore 17, presso la sala del Consiglio delle Provincia di Caserta, al corso Trieste, incontro con don Luigi Ciotti, presidente di Libera, e Antonio Maruccia, Commissario di Governo per l’uso sociale dei beni confiscati.

“Una ricerca – si legge in una nota di Libera a firma di Mauro Baldascino, Rosaria Pannella ed Emiliano Fabio Addelioche affronta il complesso ed importate tema della restituzione alle comunità locali di quelle ricchezze accumulate dalla camorra, rubando dignità e diritti alla gente di queste terre, nel ricordo di don Peppe Diana e delle tante vittime innocenti. La presentazione della pubblicazione è il momento conclusivo del lavoro realizzato nell’ambito del progetto ‘Osservatorio provinciale sull’uso sociale dei beni confiscati alla camorra’, che Libera ed il Comitato don Peppe Diana hanno realizzato con il contributo della Provincia di Caserta. Si vuole riflettere su quali contesti e quali pratiche siano necessari ad usare i beni confiscati, grazie alla Legge n. 109/96, per costruire comunità alternative alla camorra. Nella consapevolezza che solo le Terre ed i Popoli liberi dal giogo e dalla cultura camorrista possono far diventare questi patrimoni, simboli e risorse delle loro comunità”. La nascita dell’Osservatorio provinciale sui beni confiscati ha consentito inoltre il monitoraggio del patrimonio sottratto alla collettività; sono state poi condotte una serie di azioni di sensibilizzazione sul tema e il lavoro svolto ha contribuito all’insediamento del tavolo tecnico-istituzionale, sfociato nella firma del protocollo d’intesa tra tutti i soggetti pubblici interessati per incentivare l’uso sociale dei beni confiscati.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico