Capua - Grazzanise - Vitulazio - Camigliano - Pastorano - S.Maria la Fossa

Il colonnello Di Giulio ha condotto i volontari al giuramento

il Colonnello Di GiulioCAPUA. Sotto un solo cocente ed una temperatura che si aggirava intorno ai 35/36°, e con un elevato tasso di umidità che faceva aumentare la sensazione di caldo, i volontari in ferma prefissata ad un anno (Vfp1) del 2° blocco 2008 hanno prestato giuramento alla Patria …

…ed alle sue democratiche istituzioni rispondendo alla rituale formula scandita dal Colonnello Di Giulio, con uno squillante “Lo Giuro” che è rimbombato all’interno del vasto piazzale d’armi intitolato alla memoria del Caporal Maggiore Grado Antonucci, Medaglia d’Oro al Valore dell’Esercito alla memoria, caduto in missione di pace in Bosnia, il 24 gennaio 1996, i cui genitori non mancano mai di essere presenti.

È stata quella di ieri, ancora una volta, un giornata all’insegna della solennità militare che ha visto la partecipazione, quale autorità rassegnatrice il Generale di Divisione Antonio De Vita, comandante del Rua (Raggruppamento Unità Addestrative), del gonfalone della città di Capua, decorato di medaglia d’oro al merito civile, e delle città di Bellona, Pignataro Maggiore, Pietramelara e di numerosi labari della Associazioni Combattentistiche e d’Arme, fra le quali abbiamo notato quella dell’Anpdi (Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia) di Caserta.

Presente il Vescovo di Capua, Monsignor Schettino, l’onorevole Mario Landolfi ed il vice Presidente della Regione Campania, Salvatore Ronghi. Presenti anche i comandanti del comprensorio capuano delle altre FF.AA ed il Brigadier Generale Antonino Agricola, comandante della Scuola di Amministrazione e Commissariato di Maddaloni. La giornata, che ha rappresentato per i giurandi un momento di grande solennità, ha avuto inizio con lo schieramento dei reparti al cospetto della Bandiera di Guerra del 47° Reggimento “Ferrara”.

I tempi della cerimonia sono stati scanditi dalla Banda del Reggimento Meccanizzato “Granatieri di Sardegna” di Roma. Il Reggimento dei Giurandi era guidato dal Colonnello Daniele Di Giulio, nato il 17 febbraio 1960 a Wollongong (Australia).

Sposato e con un figlio, il Colonnello Di Giulio è alla guida del 47° Reggimento Addestramento Volontari “Ferrara” dal 6 settembre 2007. E’ in possesso di due lauree: in Scienza Strategiche ed in Scienze Politiche e di una Master in Scienza Strategiche. Parla correttamente l’inglese e lo spagnolo. Proveniente dal 162° Corso dell’Accademia Militare di Modena, ha percorso la carriera gerarchica nell’ambito del Corpo di Artiglieria. Ufficiale esperto e preparato, il colonnello Di Giulio dal 2006 al 2007, ha prestato servizio nell’ambito della Nato Training Missione Iraq, dove è stato impiegato presso lo staff college di Ar Rustamiyah (Bagdad, Iraq) in qualità di senior staff college coordinator. Il corso del 2° blocco 2008 è stato intitolato alla figura eroica dell’Alpino, Capitano Aldo Beltricco, Medaglia d’Oro al Valor Militare, caduto nel corso della 1^ Guerra Mondiale a Coston Di Lora sul Monte Pasubio il 10 settembre 1916.

Alla cerimonia c’erano anche alcune migliaia di familiari ed amici dei giurandi, i quali, al termine del corso raggiungeranno le unità dell’Esercito dislocate in tutta la penisola, dove permarranno fino alla fine della ferma contratta. In questo periodo i volontari acquisiranno il cosiddetto “patentino”, unico documento valido per poter accedere ai concorsi sia per le carriere iniziali nelle Forze di Polizia e nei Corpi Armati dello Stato.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico