Campania

Sicurezza informatica, convegno a Pozzuoli

il colonnello Dario NicolellaPOZZUOLI (Napoli). Dal prossimo anno i dipendenti della pubblica amministrazione italiana saranno dotati di una carta d’identità elettronica per poter utilizzare in sicurezza i sistemi informatici.

E’ questo uno dei numerosi aspetti dei problemi legati alla ‘sicurezza informatica’ emersi nel corso di una conferenza svolta oggi presso l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli con la partecipazione di esperti provenienti da ambienti accademici, scientifici, industriali e militari. L’evento, organizzato dall’Unione Industriali di Napoli e dall’Agenzia delle Telecomunicazioni e Servizi Informativi (Ncsa) della Nato ha avuto come tema: “Sicurezza Informatica: Problematiche e Prospettive (le possibili sinergie tra Istituzioni ed Imprese)”.

La conferenza ha pienamente raggiunto il suo obiettivo in quanto ha consentito di gettare le basi per una possibile concreta cooperazione tra l’Unione Industriali, la Regione Campania e la Nato, nel campo della ricerca e sviluppo sui sistemi di sicurezza informatica. La conferenza é stata aperta dal Col. Ing. Dario Nicolella, dell’Aeronautica Militare, Comandante del Ncsa Settore di Napoli e dall’ing. Sergio De Falco, presidente della Sezione Ict dell’Unione Industriali di Napoli, che ha portato il saluto degli associati ed ha illustrato le motivazioni che hanno condotto all’organizzazione del convegno assieme alla Ncsa della Nato. Il Colonnello Nicolella, dopo aver ringraziato i numerosi ospiti, ha illustrato brevemente compiti del Settore la cui Area di responsabilità, all’interno del complesso scenario della Nato, copre quasi tutto il Sud Europa. Nel suo intervento ha evidenziato come lo strumento informatico sia divenuto nel corso degli anni elemento portante dei sistemi di comando e controllo della Nato.

il convegnoLa comunicazione globale costringe anche la Nato a dotarsi di mezzi informatici sempre più sofisticati per elaborare e scambiare velocemente informazioni. Posta elettronica, internet e database sono strumenti oramai indispensabili nelle attività quotidiane anche delle organizzazioni militari, ma possono altresì trasformarsi in fonti di vulnerabilità. “Mentre per il mondo commerciale il rischio si traduce in perdite economiche per la Nato potrebbe tradursi in perdite di vite umane” gli ha fatto eco il Generale di Corpo d’Armata Ulrich Wolf, dell’esercito tedesco, direttore dell’Agenzia Ncsa.

La regione Campania ha svolto un ruolo pilota nello sviluppo di tecnologie e procedure che hanno consentito di adottare già dal 2003 una gestione amministrativa totalmente informatizzata, ha sottolineato il Prof. Ing, Nicola Mazzocca, Assessore alla Ricerca e Università della Regione Campania, anticipando così l’esigenza di predisporsi per l’adozione sul territorio nazionale, dal 2009, della carta d’identità elettronica. Tra i conferenzieri folta la rappresentanza di esperti di elevatissima competenza specifica, tra cui il Prof. Ing. Luigi Romano, del Dipartimento per le Tecnologie Università degli Studi di Napoli Parthenope, ed il Colonnello Umberto Rapetto, Comandante del Gruppo Anticrimine Tecnologico della Guardia di Finanza e della Polizia Postale e del Nato Incident Technical Center.

Per il mondo industriale, la Microsoft Italia è stata rappresentata dall’ing. Andrea Valboni e la Cisco con dal Prof. Ing. Paolo Massafra, System Engineer Manager Public Sector di Cisco Italia. Presenti inoltre l’operatore telefonico Fastweb con l’ing. Andrea Bigolin e la Rheimentall Italia, società italiana del gruppo tedesco, leader nelle tecnologie innovative e strutture d’avanguardia per la costruzione di sistemi, servizi e soluzioni per la Difesa, (sistemi di Difesa Aerea e applicazioni civili e aerospaziali).

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico