Sant’Anastasia

Sant’Anastasia, cittadinanza onoraria al generale Giannini

il sindaco Pone e il generale GianniniSANT’ANASTASIA (Napoli). Sala consiliare gremita, circa 60 uomini del genio, un pubblico attento a seguire gli interventi e la consegna delle targhe al col. Eugenio Martis, al VI Reggimento Genio Pionieri, al col. Mario Tarantino e pergamene a militari che hanno operato in Sant’Anastasia nell’ambito dell’emergenza rifiuti.

La banda, nel momento più atteso, suona l’inno di Mameli. Scattano tutti in piedi e alla musica si unisce il canto. Cantano tutti. L’inno della Patria risuona forte e chiaro. Tre minuti solenni e emozionanti seguiti da applausi. Il Sindaco indossa la fascia, legge la delibera, appositamente stampata su carta pergamena, le motivazioni sono: per l’impegno profuso dal Genio, per il legame forte e solidale costruito dai militari con la cittadinanza, per la costante disponibilità nel soccorrere le popolazioni in difficoltà e garantire alle stesse serenità.

Il Generale Franco Giannini è cittadino onorario di Sant’Anastasia. “Accetto volentieri, a nome dei Reggimenti che si sono succeduti nel territorio campano, la cittadinanza onoraria di Sant’Anastasia. Siamo una rappresentanza che è qui a ricevere i vostri applausi. Quando sono arrivato qua non c’era modo di conferire i rifiuti se non a Macchia Soprana. Abbiamo fatto un lavoro enorme – dice il Generale Giannini – cercando sempre di avere contatti e consensi dai cittadini e di fare il nostro meglio. Ora dobbiamo puntare ad aprire altre discariche. Il nostro sindaco ha più volte dimostrato di apprezzare il nostro operato e come vostro concittadino avrò per questo paese un’attenzione particolare, senza penalizzare altri paesi, perché dobbiamo uscire dall’emergenza. Grazie per questo importante riconoscimento”.

il pubblico“L’intervento dell’esercito, oltre a liberare dai rifiuti obiettivi sensibili, quali la posta e luoghi ad alta densità abitativa, ha avuto anche un effetto psicologico positivo, perché è servito ad avvicinare la cittadinanza al “palazzo”, in un momento critico e in cui la gente aveva da anni perso fiducia nelle istituzioni; sfiducia – afferma il sindaco Carmine Poneaccentuatasi con la crisi dei rifiuti, la quale però ha sortito anche un altro effetto: quello di far capire che il problema andava affrontato unendo le forze. Per questo, sono convinto, i cittadini hanno creduto alla mia metodologia nell’affrontare la questione e mi hanno seguito. E’ una certezza che mi viene dal non essermi mai negato a tutti gli incontri e proteste di questi ultimi mesi. Ero lì, l’istituzione era con loro, vicino a loro, per ascoltarli, capirli e dare risposte. Quindi anche la presenza dell’esercito è stato un segno per dire ai cittadini:non siete soli. Ed è questo uno dei motivi che ci ha convinto a conferire la cittadinanza onoraria”.

“Il Consiglio Comunale ha approvato la delibera di conferimento della cittadinanza onoraria al Generale di Divisione Franco Giannini, per esprimere l’apprezzamento agli uomini dell’esercito per le missioni compiute sul nostro territorio – dice il Presidente del Consiglio, Lello Abete – che sono state caratterizzate da professionalità, rapidità, efficacia ed efficienza. Sono servite anche a ridurre le distanze tra militari e cittadini, che hanno accolto con fiducia ed entusiasmo i loro interventi”.

“Grazie anche ai militari usciremo dalla crisi – afferma il Presidente dell’Amav Ambiente, avv. Ruggiero Granata – e arriveremo al primo luglio in condizioni ottimali per puntare decisamente sulla raccolta differenziata, che, fatta bene, darà subito risultati visibili. Abbiamo incontrato molte difficoltà, in questi mesi, soprattutto a conferire il tal quale, contrariamente ai militari che hanno avuto, giustamente, una corsia preferenziale. Mi congratulo con il neo-concittadino e spero che l’esercito continui ad esserci vicino”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico