Campania

San Nicola, rinvenuti reperti durante lavori per l’area mercato

 SAN NICOLA LA STRADA (Caserta). Il progetto per la realizzazione della nuova area mercatale da 180 posti risale al 2004. Da allora i cittadini di San Nicola la Strada aspettano la realizzazione dell’area attrezzata da adibire a fiera mercato settimanale in località Grotta.

Ma non tutti sanno che quando si scava in Terra di Lavoro si può trovare di tutto, da reperti di epoca romana a quelli risalenti all’invasione dei “Mille barbari” guidati da Garibaldi, per finire a quelli più recenti della II^ Guerra Mondiale. Durante i lavori del mercato, sono venuti alla luce dei resti una villa romana di epoca imperiale, perciò l’area, che era già sottoposta a vincolo preventivo da parte della Soprintendenza, è stata definitivamente dichiarata di interesse archeologico. Le strutture venute alla luce sono più propriamente i resti di due cisterne per l’acqua collegate fra loro ed una delle due è già priva della volta di copertura, mentre l’altra ne è ancora in possesso. Alla luce di questi ritrovamenti, i lavori sono stati fermi per molto tempo ed ora il sindaco Angelo Antonio Pascariello è intenzionato a salvaguardare l’area archeologica all’interno della zona mercato. Quindi, ha richiesto all’Ufficio Tecnico Comunale di redigere un idoneo progetto che preveda interventi per la salvaguardia e la valorizzazione dei suddetti reperti. Allo stato attuale non è possibile stabilire con precisione la somma da impegnare per l’intervento completo in ogni sua parte poiché occorre, in via preliminare, effettuare lavorazioni che consentono la pulizia del sito oltre al completamento degli scavi per la verifica che non vi siano strutture collegate alle cisterne. L’Amministrazione Comunale, inoltre, intende finanziare l’opera con fondi comunali per una cifra di 23.000 euro, che prevede, oltre ai lavori di salvaguardia e valorizzazione dei reperti ritrovati, anche una consulenza specialistica di un archeologo. Il primo passo per la realizzazione della nuova area mercatale risale addirittura al 3 giugno del 2004, quando la giunta comunale presieduta dal sindaco Angelo Antonio Pascariello deliberò l’approvazione del progetto di massima dei lavori di realizzazione ex novo di una struttura polifunzionale e di un’area da adibire a fiera mercato in località Grotta, zona ex 167. La nuova area mercatale, che potrà ospitare 180 posti di vendita, dovrebbe contenere anche un teatro da circa 500 posti. Il progetto di massima dei lavori, i cui costi erano stati stimati in complessivi euro 1.209.988,25, fu affidato e realizzato dall’ing. Vincenzo Russo Spena (figlio dell’assessore al corso pubblico della prima consiliatura del sindaco Pascariello) ed è stato finanziato mediante la contrazione di mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti. Per l’inaugurazione non si conoscono ancora i tempi.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico