Campania

San Marco Evangelista, protesta contro la cava Mastroianni

cava MastroianniSAN MARCO EVANGELISTA (Caserta). “Dopo la richiesta del Comitato per l’Emergenza Rifiuti inviata al Presidente della Provincia De Franciscis, anche se timidamente traspare la volontà dell’amministrazione provinciale di impedire l’apertura della discarica nella cava Mastroianni.

Non è ancora pervenuto un segnale forte in questo senso sia dalla provincia, che dai comuni di Caserta, Maddaloni e San Marco Evangelista, per non parlare dei rappresentanti politici locali del centro-destra che siedono al parlamento”. È quanto ha affermato l’avvocato Giovanna Maietta, esponente e leader del ComEr all’indomani della marcia di protesta contro la discarica Lo Uttaro 2. “I rappresentanti del centrodestra, tranne che scaricare le responsabilità sul Presidente della provincia, nulla altro hanno fatto, e anche se da un lato è vero che non vi è un piano provinciale dei rifiuti,è pur vero che il Presidente De Franciscis si trova in questa fase a dover dare un’alternativa a una scelta del Governo. Riteniamo – ha proseguito Maietta – che non basta demandare tale scelta unicamente al presidente della provincia ma che ognuno debba fare la propria parte, portando a conoscenza dei vertici del governo come ha fatto in altre occasioni il disastro casertano. La cava Mastroianni è inidonea ad essere utilizzata come discarica di rifiuti e non possiamo pensare che in tutta la provincia di Caserta non vi siano altri siti che possano risultare idonei e che possano collocarsi lontano dai centri abitati. Abbiamo la necessità – ha concluso l’esponente del Comitato – diconoscere quali prospettive vi sono in merito all’alternativa alla cava Mastroianni ma, soprattutto, non possiamo essere chiamati a decisioni prese. Il nostro auspicio è che si possaraggiungere quella unità di intenti e unitariamente trovare soluzioni meno dolorose per il nostro territorio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico