Campania

Rifiuti, sabato 7 giugno manifestazione a Bagnoli

emergenza rifiutiNAPOLI. L’emergenza rifiuti in Campania, nonostante la linea dura del nuovo Governo Berlusconi, non sembra dare le dovute certezze di una sua risoluzione veloce.

L’esecutivo, che ha nuovamente posto nelle mani di Bertolaso la coordinazione delle operazioni, sembra muovere i primi timorosi passi, ma che alla fine serviranno solo a togliere rifiuti dalle strade. Dico questo perché la situazione è incancrenita, troppi anni di ritardi, indifferenza della classe politica, della magistratura, hanno provocato una “paralisi” che non potrà essere risolta in maniera definitiva. Le alternative mancano, i cittadini, in particolare modo quelli residenti nei quartieri dove sono stati individuati i siti che dovrebbero “ospitare” i rifiuti, si sono organizzati in comitati, e chiedono le dovute garanzie per la salute. Parlare degli inceneritori, poi, fa rabbrividire un po’ tutti; soprattutto quando negli altri paesi d’Europa ci si interroga sulla tossicità delle sostanze emanate da questi impianti. Per queste ragioni gli abitanti di Bagnoli, con la speranza di coinvolgere tutti i cittadini di Napoli, hanno organizzato una giornata di informazione sul problema rifiuti. Sabato 7 giugno, dalle ore 10.30, in viale Campi Flegrei nell’area pedonale del quartiere adiacente alla stazione della Cumana, saranno presenti gazebo, banchetti, pannelli illustrativi e cartelloni, per far capire alla gente l’importanza della raccolta differenziata, del compostaggio e per evidenziare le alternative possibili agli impianti di incenerimento. Nel pomeriggio l’assemblea popolare, alla quale interverranno il presidente della Decima Municipalità il professor Franco Ortolani e padre Alex Zanotelli, il missionario Comboniano, spesso impegnato nelle realtà più povere del nostro pianeta, dove la mancanza d’acqua e le condizioni ambientali avverse fanno milioni di vittime all’anno.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico