Pompei

Pompei, Sergio Bustric reinventa Pinocchio

PinocchioPOMPEI (Napoli). La storia del burattino più bugiardo e più famoso del mondo, riletta in maniera originale attraverso l’estro e la fantasia di un attore poliedrico e sorprendente come Sergio Bustric.

Accompagnato in questa difficile ma riuscita, “impresa” dall’Orchestra da Camera della Campania, diretta da Luigi Piovano: tutto questo è “La favola di Pinocchio in musica”, che domani, giovedì 19 giugno alle ore 21.00, andrà in scena a Pompei, in piazza Bartolo Longo, nell’ambito de “La Notte dei Misteri” rassegna di musica, teatro, danza e jazz dedicata alla magia del solstizio d’estate. “La favola di Pinocchio in musica” è un originale spettacolo a metà fra prosa e concerto, in cui la vicenda narrata da Collodi, che da sempre appassiona grandi e piccini, viene raccontata al pubblico in questa versione rinnovata, dove sogno e poesia s’intrecciano in un’atmosfera incantata, esilarante e mai scontata. Gli stravaganti personaggi della favola, dal burattino a Geppetto, dalla fatina buona al gatto e la volpe, rivivono nella performance di Segio Bini, in arte Bustric, in cui il filo conduttore sono il sogno e la magia: l’attore, con le sue grandi abilità mimiche e con la sua bravura da trasformista, attraverso le ombre cinesi, il canto e i giochi di prestigio, si esalta in uno show colorato e comico, educativo e sorprendente, ma a tratti anche poetico e malinconico. Il compito di impreziosire la suggestiva atmosfera intorno all’estro di Bustric è affidato alle melodie dell’Orchestra da Camera della Campania, diretta dal maestro Luigi Piovano che eseguirà le musiche di Fiorenzo Carpi, arrangiate per lo spettacolo da Marcello Bufalini: le note sono quelle, ormai divenute celebri, dello sceneggiato televisivo in sei puntate “Le avventure di Pinocchio” di Luigi Comencini, trasmesso dalla Rai nel 1972. “La favola di Pinocchio in musica” è il secondo appuntamento della rassegna “La Notte dei Misteri” con cui la città di Pompei saluta l’estate: da sempre considerata nelle antiche tradizioni popolari una notte “magica”, un momento propizio per assicurarsi prosperità, fecondità e salute, l’arrivo del solstizio d’estate è stato accolto da quattro eventi, racchiusi in tre serate, allestite in piazza Bartolo Longo, sullo sfondo del Santuario. Questi i prossimi appuntamenti in programma:

Venerdì 20 giugno 2008, alle ore 21.00, andrà in scena “Omaggio a Nureyev”, sotto la direzione artistica di Gennaro Carotenuto e con la partecipazione dei ballerini del Teatro Alla Scala di Milano, del Teatro San Pietroburgo, del Teatro Nazionale di Bratislava, dell’Accademia del Balletto Classico di Pompei.

Sempre venerdì 20 giugno 2008, a partire dalle ore 22.00, chiuderà “La Notte dei Misteri” lo spettacolo musicale “Solstizio d’estate in Jazz”: lo scoccare della mezzanotte e l’arrivo dell’estate sarà salutato con la voce suadente di Serena Autieri, accompagnata dalle virtuosità jazzistiche del piano suonato da Marco Di Gennaro, con Fabrizio Montemarano al contrabbasso e Marco Valeri alla batteria.

Gli aspetti “magici” della notte del solstizio d’estate saranno introdotti dalla scrittrice Pina Lamberti Sorrentino. Le serate, presentate da Luciano Sardella, vedranno la partecipazione del Gruppo Storico Pompeiano “Legio I Adiutrix” che caleranno gli eventi, previsti nella città moderna, in una suggestiva atmosfera “antica”.

La I edizione de “La Notte dei Misteri”, rassegna di teatro, musica classica, danza e jazz, è promossa dal centro turistico “Pompei Life”, ed è stata patrocinata dalla Città di Pompei e dall’Assessorato al Turismo, nell’ambito del cartellone degli eventi estivi “Estate Pompeiana 2008”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico