Napoli Prov.

Castellammare, il centrodestra critica il patto del Comune con i lidi

Castellammare di stabiaCASTELLAMMARE DI STABIA (Napoli). Un giudizio decisamente negativo arriva dall’opposizione di centrodestra, in merito al patto sottoscritto l’11 giugno scorso, tra l’assessore all’ambiente del Comune ed i titolari dei lidi stabiesi.

A seguito di tale accordo, infatti, sono state previste una serie di agevolazioni, alle tariffe di ingresso ad alcuni stabilimenti balneari, per bambini, studenti e anziani. “Questo accordo – spiega Antonio Sicignano, vicepresidente regionale dei Circoli della Libertà e presidente del Circolo stabiese – sembra tanto il piccolo contentino offerto ai tanti cittadini che, negli ultimi tempi, chiedevano l’applicazione severa, anche nel nostro territorio, della legge 296/2006. Tale normativa, come oramai è noto, all’art. 1 comma 251, fa “obbligo per i titolari delle concessioni di consentire il libero e gratuito accesso e transito, per il raggiungimento della battigia antistante l’area ricompresa nella concessione, anche al fine della balneazione”. Non comprendiamo, quindi, l’opportunità dell’Amministrazione di concordare con i gestori degli stabilimenti balneari sconti per ticket di ingresso, quando, se applicata correttamente la legge del 2006, proprio tale tariffa sarebbe illegittima. L’amministrazione comunale ci dica se intende far rispettare o meno la normativa del 2006, in caso contrario siamo pronti a forme di protesta eclatanti – aggiunge Sicignano – questo accordo, poi, ci sembra l’ennesimo dietrofront operato da questa amministrazione comunale rispetto alla delibera di indirizzo varata il 18 aprile scorso. In tale sede, la giunta presieduta dal Sindaco Vozza si faceva garante di liberare i passaggi che ostruiscono il libero accesso alla battigia e tra un lido e l’altro, anche attraverso la rimozione di strutture, come ad esempio cabine o pedane, che ora fanno da ‘barriere’. Ebbene, a tutt’oggi, ancora nulla è avvenuto – conclude Sicignano – quanto alle specifiche agevolazioni, non possiamo non sottolineare che le stesse non si rilevano sufficienti, in quanto interessano solo in via marginale le tante famiglie stabiesi, gravate dai rincari degli ultimi tempi. L’amministrazione comunale, ancora una volta, dimostra di non tutelare i propri cittadini”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico