Campania

“Amare di meno”, il nuovo spettacolo di Luigi Libra

Libra, Liguori e AlbanoNAPOLI. Forse neanche lui credeva di riuscirci. Eppure lo “zingaretto” di Cavalleggeri d’Aosta Luigi Libra, è riuscito a duettare con il grande Peppino di Capri.

Sembra ieri, ma era l’inizio del mese di novembre scorso, quando i due artisti hanno presentato a Villa Caracciolo, l’uscita del singolo “Amare di meno”, storica canzone scritta nel 1971 dalla coppia BalsamoLimiti che ha avuto, neanche a dirlo, un fortunatissimo riscontro di vendita ed ascolti in radio. Ed è proprio per suggellare questa esperienza con il cantastorie caprese che Libra propone un nuovo spettacolo, intitolato appunto “Amare di meno”. Giovedì 26 giugno alle ore 20.30 al teatro Bolivar diLibra, Liguori e Albano Napoli, si terrà il recital, con brani classici della canzone napoletana e inediti tratti dai suoi ultimi lavori discografici. Durante lo spettacolo Peppino di Capri sarà insignito del premio alla carriera per i 50 anni di musica, attività esportata in tutto il mondo. Non mancheranno gli amici di sempre Tiziana Rivale, Mario Maglione, Angelo Di Gennaro, Anna Pisco e lo storico complesso de “Il Giardino dei Semplici”, padrini della manifestazione e promotori della carriera artistica di Luigi. Ieri, in una cordiale conferenza stampa di presentazione dell’evento, che si è tenuta proprio al teatro Bolivar, dove erano presenti Luciano Liguori, Serena Albano e Antonio De Luca, si è affrontato il delicato problema della situazione musicale nostrana, che purtroppo, lascia poco spazio alle giovani promesse preferendo le operazione commerciali dei nomi noti, i quali, spesso e volentieri, trascurano le tradizioni sonore partenopee. Bella l’idea proposta da Antonio De Luca, direttore del teatro, di inviare file multimediali degli spettacoli ascoltabili e visibili da un qualsiasi computer, agli ospiti del teatro, ci auguriamo che il progetto venga realizzato nella prossima rassegna del Bolivar. Ci va di aggiungere che le idee per fare cultura ci sono, basta avere il coraggio di proporle, ma soprattutto di metterle in pratica, correndo il rischio che possano risultare poco redditizie.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico