Aversa

Ufficio postale di via Corcioni “sbarrato” ai disabili

Ufficio postale di Via CorcioniAVERSA. Ancora problemi per i disabili creati dalle barriere architettoniche che per legge non dovrebbero esistere, specialmente quando se ne trovano in uffici aperti al pubblico.

E’ il caso dell’agenzia postale di via Ettore Corcioni. La sola delle tre disponibili per i cittadini di Aversa a non essere stata ancora adeguata alle norme di legge in fatto di abbattimento delle barriere architettoniche. Tant’è che per accedervi è necessario fare ben tre gradini. Un niente per chi ha gambe buone, troppo per chi è affetto da disabilità che interessano gli arti inferiori. A segnalare il problema sono i volontari della Caritas Diocesana. Ogni mese accompagnano all’ufficio postale di via Corcioni un gruppetto di anziani costretti, dalla burocrazia, a riscuotere lì la pensione. E ogni mese, i volontari, devono affidarsi alla bontà ed all’altruismo degli utenti dell’ufficio che danno loro una mano per far superare la barriera ai vecchietti, così da permettere che accedano allo sportello ed ottemperino alle incombenze connesse con la riscossione della pensione. “Purtroppo – dice un volontario – la riscossione dell’assegno vitalizio è un fatto personale che richiede la presenza fisica dell’avente diritto, di conseguenza è necessario che siano gli interessati a raggiungere lo sportello. Cosa che per la presenza delle scale che danno accesso all’ufficio non è facile per chi ha grosse difficoltà di movimento ed è praticamente impossibile per chi è costretto alla sedia a rotelle”. Il problema – sostengono – sarebbe stato segnalato alla direzione dell’ufficio postale, ma questo non sarebbe bastato a risolverlo perché, stando a quanto affermato da un operatore dell’ufficio, sarebbe di competenza della direzione centrale che ha sede a Caserta. “Noi abbiamo segnalato, ma più di questo non possiamo fare”, avrebbe risposto l’operatore a chi gli faceva presente il problema. Certamente è così, ma considerando che esiste una legge per l’abbattimento delle barriere architettoniche e che la mancata applicazione di quella legge renderebbe possibile al sindaco ordinare la chiusura dell’ufficio non si potrebbe risolvere il tutto realizzando uno scivolo?

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico