Aversa

Salute Mentale, l’Asl Ce2 organizza un “tour”

Antonietta CostantiniAVERSA. Sono passati trent’anni dall’approvazione della legge ‘180’. Il Dipartimento di Salute Mentale della ASL Caserta/2, diretto da Tiziana Celani, celebrerà l’anniversario il 6 giugno proponendo un tour tra alcune delle sue strutture e dei suoi servizi.

Una visita – con torpedone in partenza alle 9.30 da Aversa, Via Santa Lucia 31 – alla villa “Il Monticello” di Bellona, dove giovani utenti dei centri di salute mentale sono rilanciati alla vita grazie alla partecipazione a una gamma di attività agricole e artigianali, oltre che all’assistenza medica e psicologica. Una breve sosta a Santa Maria Capua Vetere, a casa di un gruppo di utenti del locale centro di salute mentale. Un pranzo a San Cipriano d’Aversa al ristorante “N.C.O.” (Nuova Cucina Organizzata): uno slow-food con cucina del territorio, gestito da una cooperativa sociale che include persone con disagio. E un intero pomeriggio a Palazzo Orabona sede del centro salute mentale di Aversa, in piazza Magenta, dove saranno esposti i prodotti dei laboratori afferenti ai centri riabilitativi e saranno proiettati cortometraggi e immagini – espressioni di problematiche attuali ma anche richiamo di un passato da non dimenticare. Dove si farà musica, si berrà un bicchiere e ci si potrà intrattenere. Dove con inizio alle ore 16,00, si terrà la tavola rotonda “Tra memoria storica e pratiche attuali”, che vedrà avvicendarsi “non addetti ai lavori” – amministratori pubblici, magistrati, familiari di utenti, operatori del terzo settore, insegnanti e docenti universitari oltre che giornalisti – introdotti da Tiziana Celani e Francesco Catalano, psichiatra della SUN. Saranno presenti tra gli altri il Direttore Generale ASL Ce2, Antonietta Costantini, gli psichiatri Amato Amati e Sergio Piro, i magistrati Nicola Graziano e Agnese Margarita, Gabriele Capitelli della Consulta del 3°settore Asl Ce2,Caterina Musella, dirigente salute mentale Regione Campania, Lucio Romano, assessore ai servizi sociali Comune di Aversa, Enrico Milani, della Provincia di Caserta, Luigia Melillo, docente I.U.O. . L’incontro sarà l’occasione per riflettere in compagnia sul cambiamento culturale iniziato con quella rivoluzione legislativa e organizzativa che stabiliva la chiusura degli ospedali psichiatrici e che restituiva alle persone con sofferenza psichica il diritto alla cura e alla possibilità di una vita normale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico