Aversa

Rifiuti: …l’antico in piazza

Poltrona in strada in via RaffaelloAVERSA. Dopo l’antico in piazza che, il più delle volte è solo vecchiume e cianfrusaglie da mercato delle pulci, proposto ai cittadini ogni prima domenica del mese dalla fiera del’antiquariato, arriva l’antico in strada.

Sembra essere questa l’ultima iniziativa, in termini di tempo, promossa dall’Amministrazione comunale per richiamare l’attenzione di turisti e curiosi sulle bellezze di Aversa, etichettata, anni fa, Città d’Arte. Ovviamente, per chi non l’avesse capito, stiamo facendo ironia sulla strana presenza di una vecchia o, se volete, antica poltrona lasciata da circa quindici giorni sul marciapiedi di via Raffaello, a ridosso di un frequentato supermercato alimentare. Evidentemente nessuno dei passant l’ha vista perché ormai tutti si sono abituati alla presenza di mobili vecchi lasciati lì dove sono depositati i rifiuti. Però in quel punto di rifiuti non se ne depositano più da tantissimo tempo, perché i cassonetti che stanziavano proprio in quell’angolo sono stati rimossi da un pezzo. Inoltre pochissimi giorni fa proprio quel punto di via Raffaello, da cui si diparte una mini arteria a fondo cieco, è stato oggetto di un intervento di sistemazione della segnaletica orizzontale. Sotto la supervisione dei vigili urbani gli addetti al servizio hanno provveduto alla messa in sede di divisori di carreggiata, hanno tracciato strisce bianche di mezzeria e strisce bianche atte a segnalare il divieto di sosta nel punto in cui l’arteria a fondo cieco imbocca la strada principale. Possibile che nessuno abbia visto quella vecchia poltrona che oltretutto viene usata come deposito di bottigliette e lattine vuote dagli avventori della pizzeria presente sull’altro lato della strada? Speriamo di no, tant’è che ci auguriamo che questa mattina sia già stata rimossa. Se così non fosse speriamo che l’assessore all’igiene urbana intervenga perché la persistente presenza di quella vecchia poltrona lascia dubbi sull’esistenza di un assessore delegato a garantire l’igiene in città. E non si giustifichi tutto con l’emergenza rifiuti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico