Aversa

Atletica, Aversa protagonista al Meeting Internazionale di Avellino

Nicolina BelluomoAVERSA. Il Meeting Internazionale di Atletica Leggera su pista “Città di Avellino” giunge alla sua 22. edizione ed ironia della sorte ospita ben 22 nazioni straniere, tra cui, anche, alcuni rappresentanti dell’Afghanistan che saranno presenti alle prossime Olimpiadi di Pechino.

La manifestazione riesce ancora una volta a soddisfare appieno i suoi obiettivi, che sono quelli di partecipazione e di gare tecnicamente molto valide. A fare bella figura ci pensano anche i giovani portacolori dell’Arca Atletica Aversa, arrivati squadra al gran completo ad onorare l’impegno che Giuseppe Saviano, presidente provinciale del Coni di Avellino ed anima del Meeting ha sempre profuso in questa impresa. Cominciano i giovanissimi sui 1000 metri, dove c’è la vittoria del pugliese Michele Robert Niniviaggio (Alteratletica Altamura) che batte Ivan Slyvco (Arca Atletica Aversa) che sigla il suo nuovo personale di 2.56.22. Vanno bene anche tutti gli altri portacolori aversani Luigi Conte, terzo nella seconda serie (3.16.89), Nicola Palmiero, quarto (3.20.04), Antonio Dello Iacono (3.28.96), Crescenzo Cammarosano (3.36.76). Tra le ragazze Cristina Orleska cresce di un tantino siglando un 4.03.03. Dalla pedana del salto in lungo donne arriva il bel argento conquistato da Nicolina Belluomo a solo una manciata di centimetri dalla prima. Nella speciale serie dei 400 metri piani riservata alle categoria master c’è una tripletta tutta aversana, a vincere ci pensa Giovanni Basile che chiude con 61.79, davanti a Domenico Maiale (61.92) e Mario Amato (63.71). Donato Cipullo corre una discreta batteria dei 100 metri chiudendo con 11.54, lontano comunque dai vertici della gara che viene vinta dal nigeriano Alju Deji che vince, con 10.46, davanti a Francesco Scuderi (Fiamme Azzurre) e all’altro nigeriano Ahmed Olawabe Awesu . Sui 1000 metri era attesissimo Emanuele Arbore, che riavvicina il personale stabilito solo sabato scorso a Frosinone (2.43.) correndo in 2.45.40, ma chiude dopo una serie di errori tecnico-tattici al quarto posto dietro il vice campione italiano di cross Fabio Pastore, che batte il campione italiano di cross Mhoad Abdikadar e il pugliese Michele Laurieri. Ottavo nella stessa gara è il frignanese Antonio Cacciapuoti che va al nuovo personale di 2.53.84. Chiude le prove aversane una inedita partecipazione di Ferdinando Fedele sui 200 metri, lo fa per velocizzare il suo prossimo impegno sui 400 metri e alla fine dei conti visto che chiude al sesto posto riesce anche a fare cose egregie, lo battono il Mauriziano Jean Eric Milazar, Alessandro Cavallaro e il gabonese Ahmed Bongo Ondimba.

Per il club aversano c’è ora un fine settimana da “brivido” la società normanna sarà infatti a Marano sabato e domenica per i regionali individuali ragazzi ed esordienti, Arbore e Laudante saranno impegnati con la rappresentativa campana all’esagonale di Narni, la squadra di corsa su strada sarà sabato sera al “Città di San Nicola la Strada” per il Trittico Terra di Lavoro e domenica mattina a Sessa Aurunca per la terza edizione della “Vasolata”. Un tour de force di cui vi riparleremo nelle prossime ore.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico