Sant’Arpino

Rifiuti: “L’amministrazione dichiara il proprio fallimento”

il gruppo dell'opposizioneSANT’ARPINO. “Della nota sui rifiuti fatta dall’assessore all’Ambiente, Spanò, c’è una sola cosa che si può condividere: l’appello alla collaborazione rivolto ai cittadini, i quali hanno sempre dimostrato la loro disponibilità”.

Lo afferma, in una nota, il gruppo consiliare di opposizione, per il quale, tutto il resto detto da Spanò, è una “palese dichiarazione di fallimento che si tenta di scaricare su altri, cittadini compresi”.

“Sarà il disciolto Consorzio Geo-Eco, chiamato in causa, – continua l’opposizione – a dare spiegazioni sulla regolarità del servizio, a noi preme in questa sede marcare una discontinuità rispetto al passato, quando l’opposizione non faceva altro che criticare invece che contribuire a dare qualche positivo suggerimento”.

La minoranza dà poi alcune indicazioni:

a) Si potrebbe cominciare ad utilizzare l’unità di crisi prevista dall’ordinanza sindacale della precedente amministrazione. Unità di crisi composta da tutte le unità operative indispensabili per affrontare situazioni emergenziali: ufficio ambiente, polizia municipale, protezione civile, staff per supporto tecnico-legale, con l’audizione settimanale delle associazioni locali;

b) L’assessore all’ambiente potrebbe utilizzare i containers di proprietà del Comune presso il campo sportivo, pienamente legittimi, come stoccaggio provvisorio dei rifiuti inerti multi materiale in quelle giornate dove non avviene la raccolta. In questo modo si ridurrebbero i rifiuti e si aumenterebbe anche la capacità di conferimento della differenziata, con notevole risparmio economico e salvaguardia dell’ambiente!

c) Ricordiamo che la raccolta del vetro, della plastica, di carta e cartone e degli ingombranti non è stata mai interessata dall’emergenza rifiuti, perché i siti dove si conferisce sono liberi, i cittadini effettuano il conferimento fuori casa nei giorni prestabiliti ma non vi è alcun controllo sulla raccolta! Il piano per la raccolta differenziata dei rifiuti è tutt’ora non applicato, come è rimasta sulla carta l’isola ecologica sempre prevista dall’ordinanza sindacale della precedente Amministrazione.

Infine, non si comprende perché fino ad oggi non si provvede alla raccolta dell’umido? Sono agli atti dell’ufficio ambiente tutti i preventivi ed i siti disponibili per il compostaggio. Si tratta di sapersi assumere delle responsabilità, come noi abbiamo sempre fatto e continueremo a fare anche dall’opposizione!”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico