Sant’Arpino

Il Pd interviene sulla questione rifiuti

 SANT’ARPINO. Sulla questione di rifiuti interviene il gruppo consiliare del Pd, che fa alcune precisazioni in ordine a quanto sostenutodal vicesindaco e assessore al ramoRodolfo Spanò.

“Va preliminarmente, ricordato – sostiene il gruppo Pd – che il nostro Comune ,anche in situazioni di crisi più acute di quella attuale, ha sempre assicurato un servizio efficiente ai nostri concittadini. Per quanto, invece, riguarda, l’organizzazione dell’intero ciclo di raccolta vorremmo dire a Spanò e anche al sindaco Di Santo, in passato nostro compagno di viaggio, alcune piccolissime cose:

a) Vetro: eravamo i primi per la raccolta differenziata, vedi dati ufficiali disponibili presso l’ufficio “Ambiente”. Adesso è depositato dappertutto ai piedi della campane;

b) Plastica: da oltre 15 giorni non si raccoglie. Questo significa scoraggiare i cittadini che nella misura dell’80% si erano ormai abituati alla differenziata per tale materiale;

c) Carte e cartoni: I cittadini nonostante continuino a depositare tali materiali sistematicamente non li vedono prelevare. Gli stessi commercianti rispetto ai materiali della differenziata non sono più sensibilizzati. Si possono vedere a tale proposito le contestazioni fatte dai Vigili Urbani alla Geo-Eco e agli stessi commercianti indisciplinati.

Inoltre, vorremmo ricordare all’assessore Spanò e al sindaco Di Santo,che la raccolta di tali rifiuti ( materiali da riciclaggio) non c’entra nulla con la crisi. Anzi, nella passata gestione amministrativa, anche in presenza di altri momenti critici, mai,ribadiamo mai, si è sospeso tale servizio. Infine, una domanda: perché non partire dal Piano previsto dalla Ordinanza in attuazione delle direttive del Commissariato? Va bene l’intervento di disinfestazione, ma troppa enfasi e poche notizie sulle motivazioni reali di tale iniziativa. Ma perché non si provvede ad eliminare i cumuli di immondizia prima dalla vicinanza delle scuole, in particolare la scuola Media “V.Rocco” e la “Mondo” (non vogliamo pensare che si tratti di una ritorsione!), via Montale, via M.Atellani exMacello,invece che da via Volta, via D’Anna e via De Gasperi? Un consiglio, prima di parlare, riflettete!”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico