Sant’Arpino

Il Pd interroga l’amministrazione su gli Lsu

Eugenio Di SantoSANT’ARPINO. Il gruppo consiliare del Pd di Sant’Arpino ha rivolto una interrogazione a risposta scritta al sindaco Eugenio Di Santo sulla condizione dei lavoratori Lsu.

Lo scopo è quello di sapere: “se è a conoscenza delle attuali condizioni di precarietà di alcuni servizi comunali assicurati dai lavoratori socialmente utili e denunciati dai cittadini; come mai, allo stato, non siano state ancore adottate iniziative per ripristinare il corretto funzionamento di tali servizi, consentendo in taluni casi un vero e proprio sfruttamento intensivo di alcuni lavoratori ai quali è chiesto una prestazione “per piacere”. Se, verificate le suddette, non intenda procedere all’avvio tempestivo di opportune iniziative per ripristinare legalità, trasparenza e corretto uso delle risorse umane impegnate nei vari servizi comunali, iscrivendo anche all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale il predetto argomento.”

Di seguito il testo completo dell’interrogazione:

Al Signor Sindaco del Comune di Sant’Arpino

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA IN CONSIGLIO COMUNALE

Oggetto: sospensione integrazione Lavoratori Lsu.

PREMESSO
che un nutrito numero di cittadini ha contattato questo gruppo consiliare ponendo in evidenza una problematica particolarmente delicata e connotata al tempo stesso da forti ricadute sia sul piano squisitamente politico che amministrativo, oltre che quello gestionale-organizzativo, a seguito del provvedimento che ha sospeso “ad horas” l’integrazione salariale per i lavoratori socialmente utili;

POSTO
che anche agli interroganti risulta che tale provvedimento ha comportato una serie di disservizi nella macchina comunale, vedi servizi al Cimitero, alla villa comunale “Cirillo”, Uffici anagrafe ed urbanistica etc;

TENUTO CONTO
che allo stato non si hanno notizie di ulteriori provvedimenti atti a ripristinare una riorganizzazione dei servizi in maniere funzionale ed efficace e che ripristini le condizioni di miglior favore salariale per i dipendenti Lsu;

AVUTO RIGUARDO
che secondo notizie in nostro possesso l’amministrazione a fronte del provvedimento del Direttore generale continua ad utilizzare i lavoratori ai quali è stata sospesa l’integrazione salariale in quei compiti per i quali l’integrazione era stata concessa, determinando così nell’atteggiamento dell’Amministrazione una contraddizione ed una situazione di sfruttamento dei lavoratori;

PRECISATO
che nessuna urgenza imponeva all’attuale Amministrazione il provvedimento di sospensione adottato e senza alcuna preventiva concertazione o informazione alle organizzazioni dei lavoratori;

EVIDENZIATO
che debba essere affrontata tale questione con le necessaria urgenza;

CONSIDERATO
che i lavoratori LSU interessati stanno subendo un danno rilevante sul piano della dignità personale e su quello economico;

RIBADITA
la necessità, già espressa in altre occasioni, che sull’intera questione ne debba essere investito il Consiglio Comunale;

INTERROGA IL SINDACO PER SAPERE:

se è a conoscenza delle suddette condizioni di precarietà di alcuni servizi comunali assicurati dai lavoratori socialmente utili e denunciati dai cittadini; come mai, allo stato, non siano state ancore adottate iniziative per ripristinare il corretto funzionamento di tali servizi, consentendo in taluni casi un vero e proprio sfruttamento intensivo di alcuni lavoratori ai quali è chiesto una prestazione “per piacere”; se, verificate le suddette, non intenda procedere all’avvio tempestivo di opportune iniziative per ripristinare legalità, trasparenza e corretto uso delle risorse umane impegnate nei vari servizi comunali, iscrivendo anche all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale il predetto argomento.

In attesa di risposta scritta, si porgono distinti saluti.

Sant’Arpino, 22 maggio 2008

I CONSIGLIERI PROPONENTI: Elpidio Del Prete, Adele D’Angelo, Elpidio Maisto, Giuseppe Savoia, Giovanni D’Errico, Andrea Guida.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico