Sant’Arpino

Il “giuramento” di mille Caschi Gialli

Di Santo con Padre JonasSANT’ARPINO. Si è svolta stamattina nella corte del Palazzo Sanchez de Luna di Sant’Arpino la cerimonia di giuramento di oltre mille caschi gialli provenienti dalle due scuole, il Circo Didattico “De Amicis” e l’Istituto Comprensivo “Rocco”, del comune alle porte di Aversa.

Com’è noto l’iniziativa portata nel centro atellano dal padre missionario Jonas Mabenga è alla sua seconda annualità e rappresenta un vero e proprio progetto di “educazione alla pace” rivolto alle generazioni in età scolare. La cerimonia è stata davvero molto suggestiva ed emozionante e ha visto i ragazzi prestare il proprio giuramento con il quale si sono impegnati ad essere promotori di pace all’interno della propria comunità familiare, scolastica e cittadina. Alla manifestazione sono intervenuti oltre allo stesso Padre Jonas, il sindaco di Sant’Arpino Eugenio Di Santo, l’assessore all’istruzione Giuseppe Lettera, il Preside dell’Istituto Comprensivo “Rocco” il professor Michele Dell’Amico, la Vicaria del Circolo Didattico la professoressa Anna Marchesiello, l’ex primo cittadino Giuseppe Savoia, il parroco della Chiesa di Sant’Elpidio don Umberto D’Alia, i rappresentanti dei genitori Luigi Costanzo e Luigi Sorvillo, e la collaboratrice dell’Assessore Regionale all’Istruzione, Santina Dell’Aversana, oltre a numerosi altri esponenti del mondo associazionistico, della politica e del volontariato. “Quella di stamattina – dichiara il sindaco Di Santo – è stata davvero una cerimonia emozionante in cui i bambini e i ragazzi in età scolare hanno manifestato la propria volontà di impegnarsi per la pace e la fratellanza. Iniziative come questa voluta da Padre Jonas rappresentano una speranza concreta per il futuro non solo della nostra collettività, ma di tutta la società, visto che puntano in maniera convinta e decisa sui giovani formandoli ai valori più sani. Per questo – conclude il primo cittadino di Sant’Arpino – con entusiasmo abbiamo sostenuto tale progetto, e saremo sempre al fianco di tutti gli operatori sociali, a cominciare dalla scuola e dal volontariato, per porre in essere progettualità che investano sui più giovani favorendo il radicarsi il loro di principi civici e pacifisti che sicuramente ne faranno degli uomini del domani sempre pronti a dare il proprio contributo per la crescita della società in cui andranno ad operare”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico