Sant’Arpino

“Aboliremo la Commissione Edilizia e Condono”

Elpidio IorioSANT’ARPINO. La nuova amministrazione comunale di Sant’Arpino uscita dalle elezioni dello scorso aprile, come annunciato a chiare lettere in campagna elettorale, punta all’introduzione di tutta una serie di novità che portino ad un taglio netto con il passato recente.

Non a caso il sindaco Eugenio Di Santo e l’assessore all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici, Elpidio Iorio, annunciano “come stiamo mettendo a punto in questo fase, fra i primi atti del nuovo esecutivo municipale, l’abolizione sia della Commissione Edilizia che di quella Condono. Come preannunciato nel programma elettorale scritto insieme ai nostri concittadini – dichiarano all’unisono Di Santo e Iorio – a breve elimineremo questi due organismi, recependo quella fortissima istanza proveniente dalla popolazione che, con insistenza, ci ha chiesto una semplificazione dei vari iter burocratici e dei rapporti fra ente pubblico e cittadinanza. La decisione si muove perfettamente all’interno di quell’ottica di ritrovata trasparenza che caratterizzerà la macchina comunale in tutti gli ambiti. Nello specifico va precisato come l’abolizione della Commissione Edilizia sarà un atto del tutto similare a quanto fatto in altri comuni, anche viciniori, dove da anni ormai questo organismo non è più esistente. Del resto è giunto il momento di scrivere la parola fine su quella che era una mera camera di compensazione politica per tecnici e affini. Le richieste della cittadinanza saranno esaminate dal responsabile dell’ufficio comunale che si confronterà e relazionerà col tecnico della parte privata alla luce del sole durante tutto l’iter di valutazione ed approvazione delle pratiche. Un processo che crediamo fortemente valido su due livelli. In primis riteniamo che così facendo si daranno maggiori garanzia a tutti i cittadini, e poi sarà utile per porre fine ad una prassi consolidata da tempo che vedeva nei fatti privilegiati alcuni tecnici che andavano a far parte della commissione in questione, e tutto questo solo grazie ad una cooptazione politica. Se a tutto ciò aggiungiamo il fatto che praticamente, alla luce della normativa attualmente vigente, la Commissione Edilizia è un organismo praticamente superfluo non vi è alcun motivo per cui dovremmo ancora tenerla in vita. La stesse considerazioni e motivazioni valgono, ovviamente, per la Commissione Condono che sarà egualmente abolita ed il cui lavoro sarà delegato agli appositi tecnici comunali. Il tutto, come ribadito in precedenza, – chiosano il sindaco Di Santo e l’assessore Iorio – nell’ottica di rendere servizi sempre migliori ai santarpinesi e soprattutto di fare del Comune quella casa di vetro che tutti i nostri concittadini hanno in mente”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico