Esteri

Brasile, ucciso ragazzo bergamasco

Maceiò, BrasileBERGAMO. E’ giallo sulla morte di Nicholas Pignataro, un ragazzo italiano di Bergamoucciso in Brasile e poi sepolto in una fossa comune.

La scomparsa risale al 19 maggio, quando Nicholas è uscito di casa e non ha dato più notizie di sé. Dal 4 aprile il giovane era ospite di amici di famiglia a Maceiò in Brasile. Il ragazzo bergamasco sarebbe stato coinvolto insieme ad un suo amico brasiliano, venditore di cd, in una lite tra sabato 18 e domenica 19 maggio. Dopo essere stato assassinato, Nicholas, privo di documenti, è stato sepolto in una fossa comune. Il legale della famiglia Pignataro Piero Pasini, su questa questione ha così dichiarato: “Il ragazzo non aveva documenti con sé ma le autorità non si sono sprecate ad indagare. Il nostro obiettivo è ora quello di ottenere la riesumazione del corpo per poterlo identificare e piangere in Italia”. Il padre di Nicholas, Antonio Pignataro, pretende che il corpo del figlio venga riportato il più presto possibile in Italia. “E’ una cosa indescrivibile – ha dichiarato il padre – e quel che mi amareggia di più è la mancanza totale di rispetto nei confronti della persona indipendentemente da quello che è successo. In un paese civile – conclude – anche un animale viene restituito al proprietario”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico