Cesa

Isola ecologica: Sarpo plaude a De Angelis

Pino Sarpo CESA. “Non solo sono d’accordo sull’isola ecologica ma sono anche favorevole alla scelta del posto”. Con queste parole il coordinatore di Forza Italia Pino Sarpo plaude all’iniziativa dell’amministrazione guidata dal sindaco Vincenzo De Angelis che ha previsto la realizzazione dell’isola ecologica dove sorge l’ex campo parrocchiale, dove sorgerà anche un parco verde.

“In questo modo – ha continuato il consigliere di minoranza – si va a riqualificare un terreno abbandonato da circa vent’anni per far nascere un parco, un grosso polmone di verde al centro della città”. Sarpo va in controtendenza con quanto dichiarato nei giorni scorsi da Stella Guarino, capogruppo di Forza Italia in consiglio, che, oltre ad aver espresso perplessità sul luogo prescelto, aveva ribadito il diritto della minoranza a partecipare a scelte importanti per il paese. “Riteniamo decoroso che anche la minoranza abbia una parte in questo progetto di rivalutazione” aveva dichiarato infatti la Guarino.“La scelta e tutti i rischi del caso toccano all’amministrazione”, taglia corto invece Sarpo, che aggiunge: “Una cosa è discutere sull’isola ecologica ma poi le decisioni toccano all’amministrazione. Noi possiamo solo dare giudizio positivo o negativo”. Una presa di posizione netta, quella del consigliere, che va anche contro quelle che fino ad ora erano state le posizioni del partito. “Un progetto ambizioso quello dell’isola così come altri progetti quali la palestra del fanciullo o l’interramento della cabina dell’Enel”, ammette Sarpo, che però avverte: “Questa amministrazione non deve trascurare il quotidiano. Si deve migliorare la macchina comunale. E’ inammissibile che un cittadino che va a protocollare un documento si sente dire torni tra mezz’ora perché non c’è l’impiegato, oppure va a ritirare il ticket e non trova l’addetto perché arriva alle 10 e 30 invece che alle . “Alla nuova amministrazione così come alla vecchia – ha concluso il consigliere – contesto il disastro ambientale al cimitero”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico