Carinaro

Masi a ‘Insieme’: “Sul cimitero presto chiariremo tutto”

Mario Masi CARINARO. La scorsa settimana il sindaco Mario Masi si era dichiarato disponibile ad un incontro con la neo costituita associazione “Insieme”, ma a condizione che si tenesse nell’aula consiliare, luogo considerato dal primo cittadino istituzionalmente più adatto.

A stretto giro arrivava la risposta di “Insieme”, che esprimeva l’impossibilità a spostare la sede dell’incontro, previsto per sabato 17, alle ore 18, poiché la stampa di manifesti ed inviti era già stata avviata. Pertanto, l’associazione confermava la riunione presso la propria sede di via Campo.

Oggi il sindaco Masi scrive al presidente di “Insieme”, dottor Domenico D’Agostino, ribadendo di voler affrontare le problematiche sollevate dal nuovo sodalizio in una seduta pubblica nell’aula consiliare.

“Caro Presidente, – scrive Masisoltanto leggendo la Vs. ultima lettera, a me pervenuta il 9 maggio scorso, sono riuscito a capire che la Vostra era una iniziativa pubblica, estesa alle forze politiche e sociali del paese, e non una richiesta di incontro, così come si leggeva nella prima lettera, con l’Amministrazione Comunale, soggetto proponente del progetto, per meglio conoscere e capire la ‘ratio’ del progetto, gli aspetti progettuali particolari, le problematiche connesse. Tutto questo non si rilevava dalla Vs. prima lettera del 7 maggio. Si vede che siete già in condizioni di aprire una discussione con tutti, anche se mi riesce difficile immaginare come ciò sia possibile, dal momento in cui la stessa Amministrazione, ad esempio, sta ancora riflettendo sul dimensionamento e sulla tipologia delle aree e delle opere destinate alla costruzione delle cappelle gentilizie, da mettere in vendita. Appare veramente singolare che c’è già chi anticipa presunti costi di vendita quando non sono stati decisi ancora aspetti importanti dell’impianto progettuale! Sull’intera vicenda, caro Presidente, c’è o una grande disinformazione o una gigantesca speculazione politica! Ben presto l’Amministrazione farà chiarezza su tutto, presentando in modo ufficiale il progetto e la proposta di vendita che, stia pur sicuro, non sarà quella che strumentalmente si sta facendo veicolare per il paese. Così la gente, vero giudice della bontà e della qualità del progetto, potrà fare i suoi bravi calcoli di convenienza. Il Cimitero è un’opera che si autofinanzia; niente viene imposto; se l’opera non piacerà alla gente, non sarà costretta a comprare! Posso assicurare, inoltre, che il progetto sarà spogliato di molti costi in quanto essi graveranno su finanziamenti pubblici e non sulle persone che prenoteranno l’acquisto di loculi e di aree! Nel ribadire che la fase preparatoria al progetto predetto ha avuto una lunga fase di discussione e di confronto con tutti i consiglieri di maggioranza e di opposizione, con commissioni speciali varie, e con i partiti presenti nel paese; confermo che non abbiamo alcuna difficoltà a continuare a discutere con cittadini, forze politiche, sociali ed imprenditoriali e con chiunque ne farà richiesta. Lo faremo, però, in seduta pubblica e nella Sala Consiliare. Nel frattempo, auguro alla vostra iniziativa un felice successo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico