Trentola Ducenta

Partito Socialista, Di Lauro ringrazia gli elettori

Raffaele Di LauroTRENTOLA DUCENTA. “Il Diritto e il Dovere di partecipare sono la consapevolezza dell’Essere…e la garanzia di Libertà e Democrazia”. Con queste parole, la sezione del Partito Socialista di Trentola Ducenta ringrazia il suo elettorato per lo sforzo profuso, che gli ha consentito di raccogliere alle Politiche 213 voti alla Camera e 270 al Senato.

“Elettorato e militanti, nonostante sapessero delle difficoltà che il Partito aveva a livello nazionale e regionale, in quanto era in fase costituente, hanno lo stesso contribuito in modo considerevole al risultato positivo avuto a Trentola Ducenta”, commenta il coordinatore di collegio e consigliere comunale Raffaele Di Lauro. “Esultiamo sul lato personale, ma allo stesso tempo sappiamo che il dato nazionale non è positivo per l’intera sinistra. Questa è la risultanza di una mancata sintesi che la Sinistra non ha avuto il tempo e neanche la capacità di fare. Certamente da oggi si dovrà lavorare per l’unità non solo dei Socialisti attraverso la fase Costituente ma inserendo in essa tutta la Sinistra, avendo presente davanti la visione chiara che ormai l’Italia va verso il sistema bipolare e che con gradualità dovremmo iniziare a discuterne senza perdere dignità. Un dato ci conforta, ed è quello di avere lavorato in questa campagna elettorale con una tranquillità di coscienza e di animo e di aver fatto fino all’ultimo il nostro dovere con grande passione ed idealità”.

“Noi Socialisti di Trentola Ducenta – continua Di Lauro – siamo sicuri che l’unico modo serio di portare avanti gli interessi della nostra gente sia quello di farla partecipare attraverso la riforma elettorale ritornando alle preferenze e la compilazione delle liste con i candidati locali. Le ‘sezioni aperte’ servono a non perdere quel contatto diretto con il territorio ed i suoi problemi, ‘aperte’ nel vero senso della parola e non solo durante la campagna elettorale. E’ un impegno che ci siamo assunti e lo faremo sempre al di là di avere o meno ottenuto presenza in Parlamento. Deve essere chiaro a tutti che il Socialismo è presente e forte in Europa e non può morire in Italia, quindi vivrà sicuramente domani all’interno del centrosinistra ma oggi è vivo più che mai all’interno della nostra sezione cittadina e non vi tradirà per l’impegno politico e sociale che si è assunto”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico