Trentola Ducenta

L”opposizione attacca: “Illegalità nella maggioranza”

Municipio di Trentola DucentaTRENTOLA DUCENTA. “Libertà e trasparenza? Ma dove stanno?”. Il gruppo consiliare di opposizione “Libertà con il Polo” attacca l’amministrazione comunale del sindaco Nicola Pagano, anche alla luce dell’arresto dell’assessore Nicola Mottola.

Riceviamo e pubblichiamo una nota inviata dal gruppo:

“Libertà con il Polo”, durante la campagna elettorale dello scorso anno, aveva annunciato ai Cittadini il forte danno che avrebbe causato alla Città una eventuale vittoria della lista “Arcobaleno” con l’elezione a sindaco di Nicola Pagano. Ciò perché un rapporto lineare e trasparente con l’elettorato non può fondarsi su promesse ed intenti vaghi o addirittura impossibili.

Trentola Ducenta si è trovata, e tutt’ora si trova, sotto una cappa di piombo; non vi è stato e non vi è possibilità di esprimere dissenso.

Il diritto di critica è solo teorico e viene esercitato solo da pochi coraggiosi.

Su questo punto, si rende necessaria un’avvertenza: i tiranni di ieri sono ritornati al potere direttamente o per interposta persona!

A questo loro istinto di dominio, il gruppo consiliare “Libertà con il Polo” contrappone una vigilanza attenta, affinando le sue armi critiche. Tanto più perché, agli ex tiranni si sono affiancati aspiranti burattinai desiderosi di mettere le mani su alcune attività legate al mondo dell’edilizia e dell’imprenditoria col solo intento di fini lucrativi personali. Le permute di terreni o le tante operazioni commerciali di forniture hanno sempre il riferimento primario in un esponente della maggioranza.

Per tutto, un esempio può essere rappresentato dal problema “sottotetti”, dove, nonostante la palese incapacità e soprattutto l’inconsistenza politica di questa maggioranza, si promette una sanatoria della questione pur riconoscendo la impossibilità ad una risoluzione!

Come gruppo di opposizione, ribadiamo che siamo disponibili a qualsiasi soluzione per l’interesse dei cittadini comuni e non dei soliti speculatori.

I rappresentanti di questa maggioranza, e non solo di quella ufficiale e di quella ufficiosa, hanno gravissime responsabilità nella gestione della cosa pubblica. Sarebbe meglio che riflettessero su questo, prima di avanzare pretese. Che avessero il coraggio di confrontarsi con l’unica e vera forza politica di opposizione, com’è necessario, senza ostentare protervia.

A questi signori non li sfiora neppure l’idea che i problemi sono ben altri!

Che la gente va rispettata e non ingannata. Le bugie hanno le gambe corte. La zona Lavinaio è un primo pratico esempio. Hanno promesso, ma cosa hanno realizzato ? …

I comportamenti dettati dall’arroganza muovono a sdegno. Non li accettiamo e non li accetteremo!

Trentola Ducenta ha bisogno di un governo serio e condiviso, soprattutto dopo gli ultimi avvenimenti che hanno visto coinvolto un “illustre” esponente della giunta comunale.

L’arresto del dott. Nicola Mottola, assessore della giunta Pagano ed esponente dell’associazione Arcobaleno, ha ulteriormente aggravato una condizione di illegalità esistente nella maggioranza. Lo avevamo detto e dichiarato durante e dopo la campagna elettorale che, certamente, non si è svolta nel più lineari dei modi.

Avevamo ragione! I fatti ci hanno dato ragione!

Esprimiamo tutta la nostra solidarietà all’uomo Mottola, sperando che la magistratura possa fare chiarezza sull’accaduto.

Sarebbe meglio che il Sindaco cominciasse realmente ad occuparsi dei tanti problemi che affliggono la Città ed i suoi abitanti. Tutti i cittadini hanno diritto ad essere tutelati.

Il Sindaco di una Città non può farsi dettare la linea da nessuno. Non può tremare di fronte all’arroganza di qualcuno. Se lo fa, merita il suo destino e non ci può rappresentare. E siccome ciò già è avvenuto, il gruppo consiliare “Libertà con il Polo” continua la sua forte opposizione a questa maggioranza arrogante.

Chi voleva un Sindaco per farne un uso cortigiano … ha avuto il suo! Ma sappia che non ha fatto una buona conquista.

Un Sindaco senza l’uomo che ne testimoni il senso, non serve a nulla! “Chi ha orecchie, intenda”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico