Teverola

Caputo convoca audizione sulla Chirico

Nicola CaputoTEVEROLA. Salvare il marchio Chirico e tutelare l’occupazione. La duplice priorità è emersa nell’audizione tenuta ieri dalla commissione regionale Attività produttive su iniziativa del vicepresidente Nicola Caputo.

All’incontro hanno partecipato il dirigente dell’assessorato alle Attività produttive Ciro Barbato, i consiglieri regionali Nicola Marrazzo e Giuseppe Sagliocco, il sindaco di Teverola Biagio Lusini, il titolare dell’azienda Salvatore Lubrano e i rappresentanti sindacali della provincia di Caserta. I 51 dipendenti della società Chirico, che ha già presentato un concordato preventivo, saranno in cassa integrazione fino al prossimo mese di dicembre, dopodichè, se nulla cambierà, rischieranno il licenziamento. “Bisogna costituire subito un tavolo tecnico con l’assessorato – ha sostenuto Caputo – e attuare quelle politiche di attrazione degli investimenti, alle quali da tempo stiamo lavorando. Il bando regionale per il contratto di programma, attivato nell’ambito del Paser, potrà costituire una valida opportunità per difendere un marchio storico e salvaguardare l’occupazione”. “La Chirico – ha aggiunto Caputo – oltre ad essere sempre stata un’azienda ben organizzata del settore agroalimentare, è situata in una posizione strategica e, dal punto di vista patrimoniale, è molto appetibile. Salvarla è una priorità e per questo affronteremo il problema senza abbassare mai la guardia”. Sulla stessa linea di Caputo, anche Sagliocco, convinto “della necessità di non perdere una delle prime realtà imprenditoriali dell’agro Aversano”. Tutti d’accordo sulla necessità di intervenire, ricercando soluzioni nello stesso settore, senza operare cambi di destinazione dell’azienda. Una voce fuori dal coro è quella del sindaco Biagio Lusini. “Non dobbiamo restare vincolati al marchio – ha sostenuto Lusini – in certe situazioni si deve applicare il codice di guerra e quindi valutare l’ipotesi di riconvertire l’attività del pastificio”. “L’auspicio è che venga costruito un percorso stabile e costante, per la tutela del nostro patrimonio industriale e per la salvaguardia dell’occupazione”, ha concluso il segretario provinciale della Flai Cgil Angelo Paolella.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico