Sant’Arpino

Voto di scambio, la lettera di Di Santo al Prefetto

Eugenio Di Santo SANT’ARPINO. Dopo la denuncia presentata ai carabinieri della locale stazione dei carabinieri, il candidato a sindaco di “Alleanza Democratica”, Eugenio Di Santo nella mattinata di oggi ha inviato una lettera al Prefetto di Caserta, dott. Vincenzo Monaco.

Di Santo ha esposto “i gravi fatti che si stanno verificando nel corso della campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale”.

Il testo della missiva.

“Lo scrivente, nella sua qualità di candidato sindaco della coalizione contrapposta a quella del sindaco uscente Giuseppe Savoia, suo malgrado, è stato costretto a presentare, in data 07.04.2008, una denuncia alla locale stazione dei Carabinieri al fine di segnalare, con la dovuta importanza, episodi di concreto “Voto di scambio”, posti in essere dall’attuale primo cittadino e dai suoi candidati. Utilizzando la carica istituzione ricoperta, il sindaco Savoia, sta ponendo in essere azioni che potrebbero avere profili di responsabilità penale. A prescindere, però, da tale aspetto che sarà oggetto di indagini e di approfondimenti da parte della competente Autorità Giudiziaria, si intendere segnalare che a S.Arpino, per il clima esistente, vi è il rischio serio e reale che il libero svolgimento della competizione elettorale possa essere compromesso e turbato. Diversi sono gli episodi che sono stati realizzati dalla compagine guidata dal sindaco uscente Savoia che, unitamente ai propri candidati, sta offrendo e promettendo impieghi pubblici e privati agli elettori. Mi è stato riferito da più persone che sono stati notati diversi candidati della lista capeggiata dal sindaco Savoia accompagnare vari giovani a svolgere colloqui finalizzati ad assunzioni presso l’Azienda pubblica Geo Eco S.p.A., di cui anche il comune di S. Arpino è socio. Ma quel che è ancor più grave e che merita un intervento immediato è rappresentato dalla vicenda relativa alla società Ecoatellana Multiservice srl. Detta società ha come unico socio il comune di S. Arpino, di conseguenza l’unico azionista è rappresentato dall’ente guidato dal sindaco Savoia. In queste ultime ore sono giunte presso le abitazioni di circa 53 elettori di S. Arpino telegrammi di convocazione per un bando di selezione del personale addetto al servizio di spezzamento e manutenzione del verde, con contiene invito a presentarsi il giorno 10 aprile 2008 presso la sede della società. Inoltre i candidati vengono informati che, dalle ore 11 alle ore 12, si dovranno sottoporre ad una prova test psico attitudinale e di cultura generale. Orbene la società in questione, si ripete di natura pubblica, ha deciso di svolgere una selezione a soli tre giorni dal voto, nonostante che il relativo bando sia scaduto alla fine del mese di novembre. Appare alquanto sospetta, dunque, la tempistica di tale selezione. Tale modus operandi è assolutamente grave tale da turbare il libero svolgimento della competizione. Sarebbe opportuno, anche per sensibilità istituzionale, che qualsiasi selezione fosse rinviata a dopo il voto.Per questo si chiede l’intervento dell’Ecc.mo sig. Prefetto affinché, nell’esercizio dei poteri propri, attivi tutte le misure necessarie a garantire il libero svolgimento dell’esercizio del voto, senza turbative alcune”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico