Sant’Arpino

Savoia: “Noi facciamo i fatti”

SavoiaSANT’ARPINO. Il Partito Democratico di Sant’Arpino, che sostiene la lista “Savoia Sindaco”, in un volantino-documento in distribuzione rivolge un appello alle elettrici e agli elettori, sottolineando che “manca ormai poco più di una settimana al voto e bisogna vigilare ed aprire ancora di più gli occhi.

Noi già possiamo dire che i nostri concittadini hanno visto e giudicato, sanno come noi abbiamo sempre lavorato nell’interesse e per l’interesse di Sant’Arpino, al di là di tutte le ingiurie, diffamazioni, offese che quotidianamente i nostri avversari vanno spargendo nei nostri confronti.” “Le opere realizzate, i fatti, gli impegni mantenuti – continua il documento- non possono essere confutati. Li vogliamo ancora una volta ricordare solo per limitarci ad alcune poche cose: la rete di gas metano, il recupero del Municipio storico di Atella di Napoli e del relativo Parco archeologico, la Circumvallazione per decongestionare, l’ampliamento del cimitero con il sistema dell’autofinanziamento ed a costi molto più ridotti di Comuni confinanti,le reti infrastrutturali, i servizi, le politiche per l’infanzia, per la scuola, l’avvio, e in qualche misura già in atto, della ‘Nuova Sant’Arpino’, l’attenzione ai giovani, all’associazionismo, alla cultura, alle arti teatrali. Per non parlare delle gestione dei rifiuti che in questo Comune è stata assicurata senza che S.Arpino risentisse della gravissima crisi dell’emergenza. Siamo in presenza di risultati che hanno avuto al centro l’interesse del Paese e dei cittadini, che non sono smentibili e ai quali i nostri avversari sanno solo opporre un attacco forsennato contro la persona del sindaco Savoia.” Il documento rivolge, poi, direttamente agli elettori alcuni interrogativi, chiedendo “ Vi siete domandati perché contro Savoia, il sindaco di S.Arpino, scendono in campo personaggi di comun i vicini come il sindaco di Gricignano e assessore alla Provincia in quota Partito Democratico , l’ex sindaco di Orta di Atella, un consigliere provinciale dello Sdi di Orta di Atella? Nella storia delle elezioni comunali è raro trovare fatti del genere, mai sindaci di altri comuni erano intervenuti così pesantemente e direttamente nelle competizione elettorale riguardante altri sindaci di altri comuni. Non lo diciamo perché la cosa possa spaventarci, anzi ci carica di più e ci fa essere ancora più motivati!”. “Però una domanda – sostiene ancora il documento – ce la poniamo e ve la poniamo! Cosa hanno in comune la lista dell’ammucchiata democratica, del centro-destra-sinistra-giù-su e questi signori che scendono in campo, sostenendo la lista e singoli candidati? A chi risponderanno, se dovessero essere eletti anche in minoranza, questi consiglieri? Al popolo di S.Arpino o ai loro “padrini”? Quali interessi, al di là della parentela, spingono il sindaco di Gricignano a “violare”, l’autonomia del popolo di Sant’Arpino? E perché l’ex sindaco di Orta di Atella è così fortemente interessato alle vicende del nostro territorio? Per fatti personali contro il sindaco Savoia? E già questo sarebbe grave! Quali mire egemoniche, per essere benevoli, sottendono un coacervo di interessi politici che vedono insieme socialisti, o pseudo tali, democratici cristiani di tutte le sottospecie, fascisti della prima ora e alleanzini dell’ultima, verdi, comunisti italiani, arcobalenisti, arrivisti e giuda della tredicesima ora? Per mandare via Savoia che, insieme a coloro che l’hanno sostenuto, ha saputo non solo amministrare il Paese( e solo chi è in malafede può sostenere il contrario) ma anche tenere a bada i veri “affaristi”, quelli che con la scusa della visibilità volevano risolvere i propri problemi e che oggi, pur di arrivare a tanto, hanno già venduto l’anima al diavolo”. “Quando, poi, – conclude – il volantino-documento – non hanno più argomenti per attaccare sul piano politico, non si vergognano di scendere sul personale. Savoia deve andare via perché ha pensato solo ai suoi e lo dicono sapendo di mentire. E lo dicono gli stessi che, loro sì, hanno pensato a sistemare soprattutto se stessi!”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico