Sant’Arpino

Il sindaco Savoia risponde

Giuseppe Savoia SANT’ARPINO. “Così come da impegno assunto eccomi a rispondere alle vostre domande e ai problemi posti. Lo faccio, com’è mia abitudine, in modo diretto. Dialogare, seriamente, è sempre un punto di forza!

E il confronto lo si può esercitare in tanti modi, in tanti luoghi e in tante sedi: politiche, istituzionali, associative, attraverso la stampa ed i media. Il rock può annebbiare ed inebriare, il lento aiuta a riflettere. Io comunque preferisco il Jazz, che è creativo e lascia spazio anche all’improvvisazione e alla genialità, intendo chiaramente quella musicale”. Il sindaco uscente e candidato a sindaco del Pd Giuseppe Savoia continua: “La legge regionale 14/92, che andrebbe rivista per adeguarla alle crescenti novità in materia di ambiente e di edilizia sostenibile, dall’amministrazione comunale di Sant’Arpino viene applicata, anche se con limiti. Proprio in questi giorni si stanno rendicontando alla Regione le attività poste in essere nel corso dell’anno 2007 e relative al contributo regionale di 2,940,40 euro assegnato al Comune di Sant’Arpino con provvedimento della Regione n.34 del 14 settembre 2006. Va, peraltro, precisato che i fondi messi a disposizione vengono erogati in tempi sfalsati. Un esempio: nel 2006 ci sono stati erogati i fondi per l’anno 2000. In quanto al PUC, Piano Urbanistico Comunale, va chiarito un equivoco di fondo. Il provvedimento adottato dall’Amministrazione Comunale ha “Preso atto degli elaborati depositati dal tecnico incaricato”. Abbiamo voluto esprimere una precisa posizione e volontà politica dell’Amministrazione, che ha tenuto conto del lavoro svolto, del confronto avutosi e degli impegni assunti con il Programma del 2003. Insomma, in coerenza con quello che abbiamo sempre sostenuto, abbiamo approvato un atto di programmazione e di indirizzo politico-amministrativo per avviare un confronto, aperto, chiaro, trasparente e alla luce del sole con tutti i cittadini. Gli atti sono a disposizione di chiunque fosse interessato al confronto. Circa poi gli spazi a verde e quelli per la piantumazione di nuovi alberi è chiaro che, fin quanto il PUC non diventerà operativo, ogni riferimento va fatto al vigente Piano Regolatore Generale. L’impegno è comunque quello di prestare massima attenzione ai temi ambientali, che incidono in modo decisivo sulla qualità della nostra vita. E, in particolare per la legge “Un albero per ogni neonato e/o minore adottato” intensificheremo il nostro impegno rispetto a: progettazione aree verdi relative all’intervento; – analisi del terreno ed eventuali correttivi e/o concimazioni da apportare allo stesso; – acquisto piante, messa in opera, cure colturali (trattamenti antiparassitari, potature etc.); – targhette riportante il nome del bambino da apporre a ciascun albero; – pergamena da consegnare al bambino quale ricordo della manifestazione e riportante l’ubicazione della piantina a lui dedicata; – altre spese inerenti la manifestazione (manifesti pubblicitari, servizi fotografici, etc.). Infine, e per oggi concludo, vorrei fare un appello, e non per ‘captatio benevolentiae’, a quanti, e per questo li ringrazio, intervengono su questo forum ponendo domande e problemi concreti e corretti, perché la critica, quando non è sterile polemica e offesa gratuita, aiuta a crescere. L’appello è di darci una mano a far maturare le coscienze e cambiare mentalità, perché, come ha sostenuto don Ciotti, dell’Associazione Libera, le leggi, spesso, da sole non bastano se non cambia il costume della gente. Grazie e a presto”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico