Sant’Arpino

Il sindaco Di Santo presenta la squadra e avvia il nuovo corso

Eugenio Di SantoSANT’ARPINO. La nuova squadra di Eugenio Di Santo si riunisce oggi per il primo consiglio comunale. Il neo sindaco nei giorni scorsi ha nominato la nuova giunta e affidato la carica di vice sindaco a Rodolfo Spanò che avrà la delega all’ambiente, manutenzione, attività produttive e trasparenza;

Elpidio Iorio si occuperà di lavori pubblici, urbanistica, edilizia privata; Salvatore Brasiello: bilancio, personale, tributi e programmazione; Gianluca Fioratti: commercio, protezione civile; Nicola Chianese: polizia municipale, viabilità, sicurezza; Aldo Zullo: politiche sociali, cimitero; Giuseppe Lettera: pubblica istruzione, cultura. «Oggi diamo il via ufficiale al nostro nuovo corso – ha detto il primo cittadino Eugenio Di Santo – intendiamo essere operativi immediatamente e intervenire con progetti concreti. Abbiamo messo su una squadra vincente – continua Di Santo – e sono sicuro che riusciremo a interpretare e assecondare le esigenze e i bisogni dei cittadini, saremo un vero e soprattutto raggiungibile punto di riferimento per tutti i santarpinesi». Il consesso civico si aprirà alle 18,30 presso la sala consiliare della sede comunale di via Mormile, diversi i punti all’ordine del giorno: innanzitutto il sindaco darà comunicazione ufficiale delle nomine degli assessori; verrà comunicata la composizione della giunta comunale; saranno eletti il presidente e il vicepresidente del consiglio comunale; sarà nominata la commissione elettorale e un’ampia parte dell’assemblea sarà dedicata alla presentazione dettagliata del programma di Alleanza Democratica per Sant’Arpino. «Il nostro – ha anticipato Di Santo – sarà un programma che nascerà dalla consapevolezza che è necessaria un’azione propulsiva ed innovatrice a 360 gradi e che investa la valorizzazione del territorio, la tutela dell’ambiente, le politiche sociali, quelle culturali e scolastiche, con un occhio di riguardo sempre rivolto alle categorie più deboli. Un canale preferenziale inoltre, sarà riservato – continua il sindaco – ai giovani. I nostri ragazzi rappresentano, senza ombra di dubbio, la più grande risorsa per il futuro di Sant’Arpino. Sono tantissime le cose da cambiare e sanare, per fortuna molte sono le intelligenze e le energie a nostra disposizione: lavoreremo in sinergia per far tornare ad essere Sant’Arpino quel paese modello che è stato fino a pochi anni or sono».

Il Mattino (SARA BONI)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico