Italia

14 aprile 1981 – Ucciso il vicedirettore di Poggioreale Giuseppe Salvia

Giuseppe SalviaAccadde oggi. Vicedirettore dal 1976 al 1981 del Carcere di Poggioreale, Giuseppe Salvia all’età di 38 anni, viene trucidato in un barbaro agguato.

Per quell’omicidio Raffaele Cutolo, capo incontrastato della “Nuova camorra organizzata”, fu condannato all’ergastolo. Probabilmente a scatenare le ira del boss fu l’atteggiamento che lo stesso Salvia ebbe al ritorno di Cutolo il 7 novembre del 1980 in cella a Poggioreale, allorquando al rientro da un’udienza dibattimentale, pretese che il boss fosse perquisito come da regolamento carcerario. Cutolo tentò di colpire con un schiaffo il vice direttore, ma questi inflessibile e coerente con le regole carcerarie fece perquisire il boss. Erano i giorni durissimi del terremoto e a Poggioreale si era scatenata un’autentica carneficina tra opposte fazioni di camorristi, una delle pagine più scure del penitenziario napoletano e dell’intera storia della camorra in città. Oggi il penitenziario napoletano ha preso il nome dell’eroico funzionario dello Stato. A 27 anni di distanza la camorra uccide ancora, non solo a Napoli.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico