Home

Tra risse ed espulsioni il Napoli espugna il Tardini

Bogliacino abbracciato dai compagni dopo il gol del 2-1PARMA. Una gara decisamente nervosa quella di Parma, che ha visto trionfare il Napoli sui padroni di casa per 2-1. Quattro giocatori (tre dei ducali e uno partenopeo) e un allenatore, Reja, espulsi, oltre ad accesi scontri verbali nati per decisioni arbitrali da parte di Ayroldi assai dubbie e discutibili.

Il Parma di Cuper scende in campo con un 4-3-1-2 con Bucci tra i pali; Zenoni, Falcone, Paci e Castellini in difesa; Mariga, Morrone, Cigarini a centrocampo; Gasbarroni dietro le due punte Budan e Lucarelli. Il Napoli, invece, si presenta con una variante nel reparto offensivo: una sola punta, Lavezzi, appoggiata da Bogliacino, mentre Calaiò parte dalla panchina. Davanti a Iezzo difesa a tre con Santacroce, Cannavaro, Domizzi e linea mediana con Blasi, Hamsik, Mannini, Gargano, Savini. In avvio di gara è il Napoli a farla da padrone. Al 7’ Bogliacino serve Hamsik, che perde l’attimo per concludere a rete. All’11’ ci prova Bogliacino dalla distanza, Bucci para senza problemi, mentre al 16’ Lavezzi sotto misura non trova il pallone su un cross dalla sinistra. Il Parma è in difficoltà: Gasbarroni si vede poco e non innesca quasi mai Budan e Lucarelli. Al 14’ Lavezzi reclama un rigore per un presunto fallo subito da Castellini, ma Ayroldi lascia correre. Al 21’ sul fronte opposto contatto Santacroce-Lucarelli in area e questa volta per l’arbitro è rigore. Dal dischetto Budan non fallisce e porta il Parma in vantaggio. Il Napoli prova a reagire, i ducali però si difendono, fino al 46’ quando Hamsik scambia con Bogliacino e mette in mezzo, Mannini di testa colpisce la traversa, prova a scagliare in rete, ma va giù dopo un contrasto con Mariga. Per l’arbitro non è solo rigore ma anche espulsione diretta per il centrocampista parmense. Dal dischetto batte Domizzi, che infila Bucci e fa chiudere il primo tempo dei suoi in pareggio.

Nella ripresa Cuper sostituisce Budan con Morfeo, mentre Reja inserisce Garicas per l’infortunato Savini. Sono ancora i partenopei, come nel primo tempo, a dominare, ora più facilmente per l’inferiorità numerica degli avversari. Dopo alcuni tentativi di Mannini e Bogliacino, il Napoli va in vantaggio al 27’: cross dalla sinistra di Hamsik, deviazione e palla che finisce a Bogliacino che da due passi supera Bucci. Da quel momento entra in scena il nervosismo. Al 31’ un fallo di Castellini su Lavezzi scatena una rissa in campo: vengono Gargano e Falcone, si gioca in 9 contro 10, ma dopo quattro minuti Ayroldi manda fuori anche Gasbarroni per un brutto fallo su Garics e, dulcis in fundo, anche Reja viene allontanato dalla panchina per proteste. Al 35’ Bucci salva sul nuovo entrato Sosa, un minuto dopo Lucarelli ci prova da posizione defilata ma Iezzo devia in angolo. Al 41’ Lucarelli pareggia, ma la rete è annullata per fuorigioco. Nel finale c’è ancora spazio per due tentativi di Sosa, ma il risultato non cambia.

In classifica il Napoli (con 46 punti) è vicino all’Intertoto, mentre il Parma, nonostante l’arrivo di Cuper, continua a navigare in zona retrocessione.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico