Gricignano

Polemica Comprensivo, CdL attacca Diretto

Circolo della LibertàGRICIGNANO. “L’arroganza sciorinata dal consigliere comunale Luigi Diretto, delegato all”istruzione, durante l’ultima seduta consiliare, sulla questione Istituto Comprensivo, gli ha prodotto un unico risultato: una laurea in fiction, per aver saputo stravolgere la realtà e non solo”.

Così il Circolo della Libertà di Gricignano, in un manifesto intitolato “Lo Zibaldone”, replica al delegato alla Pubblica Istruzione, Luigi Diretto, nell’ambito della polemica sull’Istituto Comprensivo, che accorperà la scuola media “Pascoli” con due sezioni dell’elementare e due della materna. Argomento, tra l’altro, al centro del dibattito dell’ultima seduta consiliare, che ha visto uno scontro tra Diretto e il consigliere di opposizione del CdL Giuseppe Iuliano. “Riteniamo che certi incarichi, come quello della pubblica istruzione, – continua il CdL nel manifesto – debbano essere ricoperti da politici che abbiano una preparazione culturale adeguata e che sappiano conciliare, allo stesso tempo, efficienza ed efficacia per il raggiungimento degli obiettivi che in questo caso, corrispondono a progettualità territoriale in virtù di esigenze educative.

Quelle stesse esigenze, trascurate dal delegato Diretto, visto che è stato così ‘lungimirante’ da fregarsene letteralmente degli

evidenti problemi di socializzazione a cui sarebbero stati esposti i 60 bambini, distaccati presso quello che potremmo definire, pseudo Istituto Comprensivo. In altri termini, la nostra scuola non si può permettere una rappresentanza politica che ha la presunzione di poter fare ‘scuola e doposcuola ad altre amministrazioni’ (frase pronunciata dal delegato Diretto, durante il consiglio comunale del 16.04.2008) e nello stesso tempo, con uno slancio di solennità affettata, associare il Sommo Poeta (Dante Alighieri) alla frase ‘ai posteri l’ardua sentenza’, facendo rivoltare nella tomba Alessandro Manzoni ed inorridire i presenti. Pertanto, consigliamo umilmente al delegato all’istruzione, che di professione vende libri, essendo egli monopolista a Gricignano nella fornitura di testi all’utenza delle scuole elementari e medie (argomento, questo, che approfondiremo in futuro per meglio qualificare la sua posizione dominante nel settore), di sfogliarne qualcuno di tanto in tanto. Per quanto concerne, invece, l’Istituto Comprensivo rimaniamo dello stesso avviso e cioè che circa un terzo delle scuole medie della provincia, presentano situazioni di sottodimensionamento e nessuno, ha avvertito la ‘catastrofe’ così come il lungimirante, astuto, consigliere Diretto che ha messo in piedi, con 60 agnelli sacrificali, uno zibaldone che ha il coraggio di definire Istituto Comprensivo. Per queste ragioni, – conclude il CdL – d’ora in poi, all’istruzione avremo quale unico riferimento il Sindaco, nelle more che ritiri la delega conferita, imprudentemente, al consigliere Diretto per assegnarla ad un assessore che sia all’altezza del ruolo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico