Gricignano

Differenziata, Gricignano tra i “comuni virtuosi”

Municipio di GricignanoGRICIGNANO. Gricignano tra i “comuni virtuosi” della Campania per la raccolta differenziata. Il Tg3 Campania giovedì pomeriggio ha mandato in onda un servizio sulla cittadina aversana. video

Il servizio del Tg3 24.04.08

In meno di un anno le quote di raccolta differenziata “porta a porta” hanno raggiunto la quota del 17%, salita poi negli ultimi mesi al 30%, con il primato tra i comuni casertani di poter raccogliere l’umido al 20%. Umido che, nell’attesa che il sito di “Marruzzella” (San Tammaro) venga completato, viene inviato presso un impianto di compostaggio a Catania. Dopo la grave emergenza rifiuti, in meno di un mese l’amministrazione comunale guidata dal sindaco e assessore provinciale Andrea Lettieri, su interessamento dell’assessore all’Ambiente Giacomo Di Ronza, ed in collaborazione col comando della polizia municipale coordinato da Anna Bellofiore,ha predisposto e reso operativoil nuovo piano di raccolta, che ogni settimana consente a Gricignano di non mandare in discarica oltre 13mila chilogrammi di soli rifiuti umidi. Un piano che il Comune ha unito ad una massiccia campagna di sensibilizzazione attraverso la distribuzione di depliant illustrativi su come fare la differenziata. Depliant tradotti anche in lingua inglese per gli ospiti americani residenti nella cittadella Us Navy. “I cittadini hanno capito che per il bene loro e della loro comunità devono impegnarsi nella differenziazione dei rifiuti”, commenta nel servizio Paolino Romano, direttore generale del GeoEco, consorzio che si occupa della raccolta e smaltimento rifiuti sul territorio. “Siamo soddisfatti dei risultati conseguiti fino ad oggi. – afferma il sindaco Andrea Lettieri – Il merito va soprattutto ai cittadini che, con la loro collaborazione, stanno contribuendo in maniera fondamentale alla salvaguardia del territorio”. L’amministrazione comunale, ricordiamo,di recente ha attuato un’operazione di bonifica anche per quanto riguarda le discariche abusive presenti nelle zone periferiche e nell’area industriale, con l’ausilio dei mezzi della GeoEco e, in alcuni casi, dell’Esercito Italiano, inviati dal Commissariato di governo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico