Caserta

Sagliocco: “Stop agli sperperi, è l”ora delle bonifiche&quot

Giuseppe Sagliocco CASERTA. Prosegue labattaglia del consigliere regionale del Popolo della Libertà Giuseppe Sagliocco per la bonifica dei siti inquinati in provincia di Caserta.

Il neocoordinatore provinciale di Forza Italia, all’indomani del lusinghiero risultato conseguito alle politiche dal suo partito, non molla la presa su quella che, al momento, si presenta come l’emergenza fra le emergenze.

“Occorre quanto prima porre mano a quegli accordi di programma che debbono vedere impegnati in prima linea comuni e Provincia per la realizzazione di un piano di bonifica da adottarsi da parte della Regione Campania. – dichiara Sagliocco – Va dato seguito, in buona sostanza, all’importante risultato ottenuto dal gruppo consiliare regionale del Popolo della libertà, consistente nell’emendamento dell’articolo 12 della legge regionale n.4 del 28-3-2007, una legge dedicata, fra l’altro,proprio alla bonifica dei siti inquinati. Va ricordato – prosegue Sagliocco – che proprio grazie a quest’emendamento è sancito l’obbligo per gli Enti preposti di mettere a punto, entro poco più di un mese,una programmazione di bonifica che poi, giocoforza, dovrà dispiegarsi, nella sua effettività, nel triennio successivo, per addivenire, pertanto, alla produzione di risultati concreti. La Regione Campania, in ogni caso, non può consentirsi di proseguire sulla strada di uno sperpero, già da noi denunciato, dei fondi destinati alle bonifiche del territorio, come, purtroppo, è avvenuto con l’assegnazione alla società Recam di cinquanta milioni di euro che, sebbene fossero finalizzati al ripristino della salubrità del litorale che va da Licola a Castel Volturno, nella realtà hanno dato luogo soltanto ad una bonifica virtuale. A breve è previsto l’arrivo di fondi comunitari, particolarmente consistenti, destinati a fronteggiare l’emergenza epidemiologica in Campania e in quella circostanza saremo tutti chiamati ad esaltare il nostro senso di responsabilità nei confronti della comunità che rappresentiamo. Sarà prioritario, in quel caso, porre un serio argine al degrado ambientale che ha investito il nostro territorio e, dove è possibile, ricondurre lo stesso ai suoi antichi splendori, rivitalizzando in tal modo, quindi, anche turismo ed economia, depauperati entrambi da un gestione scellerata da parte di questo centrosinistra”.

Dichiarazioni, quelle di Sagliocco, dunque, che hanno il pregio della nettezza quanto della perentorietà, a dimostrazione dell’animus pugnandi del consigliere regionale e rispetto alle quali si pone, altrettanto manifesta, la speranza dei nostri conterranei. La bonifica del territorio, allo stato attuale, rappresenta,del resto, la priorità assoluta. Senza di essa vengono meno, infatti, le tradizionali risorse di un territorio che nei prodotti tipici delle sue terre e nel turismo ha o, rectius, dovrebbe avere, i cardini della propria economia.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico