Campania

Santa Maria a Vico, Melagrana presenta “Lo Spazio Bianco”

“Lo spazio bianco” di Valeria ParrellaSANTA MARIA A VICO (Caserta). L’associazione Melagrana, in collaborazione con “Amici della Melagrana” Circolo Arci, cooperativa sociale “Koinè” e il settimanale “Impronte sociali”, …

…ha in programma per martedì 22 aprile, ore 18.30, a Santa Maria a Vico (Ce), nella sala conferenze della sede dell’associazione, sita in via Migliori 165, la presentazione del libro “Lo spazio bianco” di Valeria Parrella, edito da Einaudi. L’evento rientra nel ciclo “incontri con l’autore”. Succede a volte che un imprevisto interrompa il corso normale della vita: un accidente si mette di traverso, e d”un tratto il tempo si biforca. Alla drammatica rapidità dell”istante si affianca un tempo diverso, dilatato e fermo: il tempo dell”attesa. «Io non sono buona ad aspettare, – dice Maria, la protagonista di questo romanzo. – Non sento curiosità nel dubbio, né fascino nella speranza. Aspettare senza sapere è stata la più grande incapacità della mia vita». Eppure non può fare altro, perché sua figlia Irene è arrivata troppo presto: dietro l”oblò dell”incubatrice, Maria osserva le ore passare come una sequenza di possibilità. Niente è più come prima, la circonda un mondo strano fatto di medici e infermieri, donne accoltellate, attese insensate sui divanetti della sala d”aspetto. Nei giorni si susseguono le sigarette dalla finestrella dell”ospedale, le mense con gli studenti di medicina, il dialogo muto coi macchinari, e soprattutto il suo lavoro: una scuola serale dove un”umanità deragliata fatica sui Promessi Sposi per conquistarsi la terza media fuori tempo massimo. E tutto intorno Napoli, con le sue imperscrutabili contraddizioni, si rivela lo scenario ideale per chi comincia a capire che la vita e la morte, la speranza e la paura sono aspetti della stessa realtà. Alla fine non restano che la tensione e l”abbandono «di quando in un momento, nella vita, sbuca una cosa inaspettata e piena e tua». Narrata con una voce ribelle che pure sa trovare i toni dell”indulgenza, una storia che inizia come un destino di solitudine personale e piano piano si trasforma in un caldo coro di scoperte, volti, incontri. Tanto che a Maria sembra quasi che siano la vita e la città a farle da compagne. Un libro bruciante, profondo e luminoso.

Valeria Parrella è nata nel 1974, vive a Napoli. Ha pubblicato “Mosca più balena” (minimum fax 2003, Premio Campiello opera prima), “Per grazia ricevuta” (minimum fax 2005, finalista Premio Strega, Premio Renato Fucini, Premio Zerilli- Marimò) e “Il verdetto” (Bompiani 2007).

La presentazione sarà curata da Angela Maria Pelosi, insegnante e scrittrice.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico