Campania

San Nicola, successo teatrale per i “Vari…età”

“I Vari…età”SAN NICOLA LA STRADA (Caserta). Immaginare, prima dell’inizio dello spettacolo, che una nuova compagnia teatrale al suo esordio e composta da giovani artisti tutti alla loro prima uscita ufficiale, avesse un tale successo da scatenare applausi a scena aperta, era semplicemente impossibile.

Eppure, i giovani artisti della compagnia teatrale denominata “I Vari…età”, andati scena sabato scorso al Teatro Izzo di Caserta, hanno sbalordito tutti. L’idea di una compagnia composta solo da giovanissimi, è nata dalla genialità di un “vecchio” romantico protagonista delle scene, Vittorio Di Tommaso. Chi altri avrebbe potuto scommettere su un’avventura del genere se non un autentico interprete della non comune capacità di catturare l’interesse dei giovani attraverso l’arma della “passione”? E’ nata dunque, quasi per gioco, durante la scorsa estate, un’iniziativa certamente destinata a crescere nel tempo, visto l’amorevole ed il sempre più incontenibile impegno di tutti i dodici giovani hanno deciso di mettersi in gioco in prima persona. Vittorio Di Tommaso, ha esordito appena quattordicenne sul finire degli sessanta, quando cominciò a recitare in una compagnia parrocchiale di corso Vittorio Emanuele a Napoli insieme con alcuni amici poi diventati famosi, come Marisa Laurito, Benedetto Casillo, Guglielmo Marino e Mario Maglione. Ora questa sua passione l’ha trasmessa ai giovani. A dare prestigio all’iniziativa di sabato, non potevano mancare nel cast dei sostenitori quattro nomi altisonanti dell’imprenditoria casertana, come Augusto Aletto (“Hobby Musica”), Pasquale Trotta (“Royal Bingo”), Mario Aglione (“Practical School”), Arcangelo Tranquillo (“Le Volte di Annibale e Bacco”) ed il giornalista Nicola Ciaramella. Sul palco dell’Izzo di Via Kennedy hanno debuttato cinque ragazzi “under 18” (Domenico D’Angelo, Francesco Di Tommaso, Dario Basso, Marco Ianniello e Carmine Quintavalle), e poi Fabio Laperuta, Alessandra Basso, Valentina Carbone, Roberto Di Tommaso, Adriano Lanzetta, Giuseppe Gionti e la estrosa e prorompente trentanovenne Rita Migallo, una “cantattrice” dalla carica praticamente inesauribile. Il programma della serata era Non vi resta che ridere”. Nella prima parte quattro sketch dalle battute esilaranti inserite in situazioni strane ed imbarazzanti: “La moglie” (invito a casa con sorpresa…), “La grazia” (a colloquio …confidenziale con i santi); “Il maggiordomo” (il nuovo cameriere fuggito dal manicomio…); “Ilaria delle Camelie” (il sostituto del primo attore non conosce la parte…). Sullo stile tragicomico, invece, l’atto unico che ha occupato l’intera seconda parte dello spettacolo. “Note di notte”, che ha visto impegnato l’intero cast degli attori e musicisti è un mix di recitazione vocale e musicale su un tema di grande impatto sociale. Presentatore d’eccezione, Ciro De Maio, coordinatore della protezione civile. Fra il numeroso pubblico presente anche Agnese Ginocchio, la famosa testimonial del pacifismo casertano.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico