Campania

San Nicola, Motta torna alla guida dei Comunisti Italiani

Salvatore MottaSAN NICOLA LA STRADA (Caserta). Aveva lasciato la guida della locale sezione dei Comunisti Italiani a seguito del congresso cittadino ma era rimasto nell’ambito del comitato provinciale.

Dopo le dimissioni dell’intera segreteria provinciale con in testa Francesco Nigro, già sindaco di San Nicola La Strada, per problemi legati alla linea politica da tenere in campagna elettorale, anche Carlo Lengo, subentrato a Salvatore Motta, aveva rassegnato le dimissioni. Ora i vertici provinciali hanno nominato Salvatore Motta segretario pro-tempore almeno sino a quando non si farà un nuovo congresso e si eleggerà una nuova classe dirigente. Laureato in Scienze Biologiche e impiegato presso l’Amministrazione Provinciale di Napoli, Salvatore Motta è nato a Winterthur (CH) il 22.03.1963 da genitori di San Nicola la Strada, emigrati in Svizzera per motivi di lavoro. E’ sposato ed è padre di due figli. Dopo il diploma, si iscrive al corso di laurea in Scienze Biologiche c/o l’Università di Napoli Federico II”, laureandosi nel 1991. Nel 1993 aderisce al Partito della Rifondazione Comunista, candidandosi nello stesso anno alle Comunali. In tale competizione elettorale il P.R.C. con il 3,5% circa di consensi conquista un seggio in Consiglio Comunale. Sempre nel 1993 viene nominato Segretario cittadino del P.R.C. e con altri compagni fonda il circolo locale “A. Gramsci”. Guida il Partito dal 1993 al 1997. La concretezza della sua azione politica da Segretario locale viene riconosciuta con le Comunali del 1997, tornata elettorale che vede il P.R.C. ottenere circa il 16% dei consensi e conquistare ben n. 4 seggi (dopo circa 50 di governo repubblicano, un partito comunista diviene forza di maggioranza, ottenendo visibilità nella giunta Tiscione con un compagno nominato assessore all’urbanistica). In tale tornata elettorale, con circa 200 voti, Motta risulta essere uno dei candidati più votato ed il primo della lista P.R.C., divenendo così consigliere comunale (1997-2001). Nel 1999, non condividendo alcune scelte politiche, nazionali e, particolarmente, locali del partito, esce con altri compagni dallo stesso e, in Consiglio Comunale, si dichiara Comunista Indipendente. Dopo alcuni mesi, aderisce al Partito dei Comunisti Italiani, dove tuttora milita. Si candida nelle liste del P.d.C.I. alle Provinciali del 2000, ottenendo un discreto risultato nel Collegio San Nicola-Recale (circa 350 voti e 6° più votato per il P.d.C.I. nell’intera Provincia).

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico