Campania

San Nicola, il Pd attacca Pascariello

Angelo Antonio Pascariello SAN NICOLA LA STRADA (Caserta). Da poco più di un mese il sindaco Angelo Antonio Pascariello ha dichiarato la sua appartenenza al centrodestra (Forza Italia).

Per “festeggiare” questa sua definitiva scelta di campo, il locale Partito Democratico, che in consiglio comunale è capeggiato dal capogruppo Giuseppe Celiento, ha messo in distribuzione migliaia di volantini che sottolineano gli aumenti proposti dal nuovo sindaco di centrodestra. “Per i cittadini di San Nicola – è scritto nel volantino – la festa delle beffe continua. Pascariello, da buon cerimoniere, continua a confezionare regali, i primi da sindaco di centrodestra. Così, a partire dal 2008, saremo costretti a sborsare circa 500 mila euro in più all’anno per contribuire a reggere le sorti di un’Amministrazione il cui unico dato di crescita è rappresentato da un indebitamento che prosegue senza freni. Ecco i dettagli di questo vero e proprio festival dell’inefficienza: IRPEF: + 350 mila euro di aumenti; CANONE IDRICO: + 77 mila euro di aumenti; PUBBLICITA’ COMMERC.: + 45% per le aree meglio esposte; INDEBITAMENTO 2007: 12.793.662 euro; INDEBITAMENTO 2008: 14.168.553 euro; INTERESSI SUI DEBITI 2007: 573.450 euro; INTERESSI SUI DEBITI 2008: 626.893 euro. Dopo aver annunciato in pompa magna la sua appartenenza al centrodestra – è sottolineato nella nota – unitamente alla disponibilità ad una candidatura che, però, non è arrivata, Pascariello avrà pensato di dare un segnale di continuità, visto che di costosi regali alla cittadinanza non ne ha mai fatti mancare, nemmeno quando uno dei suoi esercizi preferiti era quello di lanciare tuoni e fulmini contro questi partiti ‘brutti e cattivi’. Come dimostrano il vertiginoso aumento della bolletta dei rifiuti ed il sogno svanito di un terreno per la nuova chiesa. Intanto, ci possiamo consolare con la spettacolare colata di cemento di Piazza Municipio, con i sampietrini di piazza Parrocchia che sprofondano, com’era ampiamente nelle previsioni, e con il degrado in cui versano le nostre strade cittadine. Pensiamo che sia doveroso fare chiarezza su quanto il nostro sindaco ed i suoi degni assessori stanno facendo per questa nostra città dove i palazzi spuntano come funghi, il traffico aumenta, i servizi latitano. Per non parlare, poi – conclude il volantino – della costosissima esperienza del Presidente Pascariello alla guida dell’Unione dei Comuni che, come da noi previsto da oltre un anno, è risultata talmente fallimentare da indurlo alle dimissioni. Altro che posto in Parlamento per un sindaco e per degli amministratori così!”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico