Pomigliano d’Arco - Castello di Cisterna

Pomigliano, sciopero di 8 ore alla Fiat

FiatPOMIGLIANO D’ARCO (Napoli). I lavoratori della Fiat Auto di Pomigliano d’Arco hanno aderito, nella loro totalità, allo sciopero unitario di 8 ore proclamato dalle organizzazioni sindacali della categoria metalmeccanica della Cgil, Cisl, Uil e Fismic.

Il progetto della direzione aziendale di localizzare all’esterno del perimetro dello stabilimento le attività del nuovo polo della logistica applicata al Wcl, a cui sono destinati 316 lavoratori non trova d’accordo i sindacati, la Rsu ed i lavoratori .Il mancato confronto sindacale in merito a tale progetto e le risposta negative alle richieste essenziali avanzate da tutte le organizzazioni sindacali e dalle Rsu desta notevole preoccupazione tra il sindacato ed i dipendenti. I lavoratori, aderendo nella totalità allo sciopero hanno dimostrato determinazione e compattezza a sostegno della vertenza e dei suoi contenuti. E’ necessario, dopo la giornata di lotta di oggi, che la Fiat si confronti nel merito delle questioni per giungere ad una soluzione positiva della vertenza per riprendere, con maggiore lena, il cammino produttivo insieme al rispetto dei diritti dei lavoratori dello Stabilimento di Pomigliano d’Arco. Le condizioni vi sono è necessario saggezza, buonsenso e lungimiranza.

“Esprimo lapiena solidarietà ai lavoratori dello stabilimento Fiat di Pomigliano d’Arco che oggi hanno scioperato per contrapporsrialla volontà della direzione aziendale di delocalizzare alcune attività legate al nuovo polo della logistica applicata Wcl”.Lo dichiara Gennaro Migliore, presidente dei deputati di Rifondazione Comunista-SE e capolista per la Sinistra Arcobaleno nella circoscrizione Campania 2.“Invitiamo i vertici della Fiat ad aprireal più prestoun confronto con le organizzazioni sindacali al fine di giungere ad una soluzione positiva della vertenza”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico