Campania

Napoli, la Maratona di domenica in ricordo di Salvatore Laureto

Salvatore LauretoNAPOLI. Il pettorale numero uno della Maratona di Napoli, decima edizione è già stato consegnato simbolicamente a Salvatore Laureto, il tecnico della Rai che domenica scorsa è stato investito ed ucciso da un pirata della strada, mentre tranquillamente faceva la sua corsetta mattutina, proprio in avvicinamento all’evento napoletano.

La sua società sportiva “Amatori Vesuvio”, a cui Laureto era tesserato, correrà una staffetta simbolica, tutti i componenti avranno il numero uno, nell’ultima frazione sarà impegnata una delle due figlie di Laureto, Francesca, una presenza forte per una testimonianza ancora più concreta nel ricordo delle tante vittime innocenti delle nostre strade. Per questa edizione la Maratona di Napoli diventa Trofeo Banco Napoli, la presentazione è stata effettuata a Palazzo San Giacomo alla presenza del sindaco Rosa Russo Iervolino. Ancora una volta si è dovuto mettere mano al percorso, resta comunque l’appuntamento di partenza ed arrivo in Piazza del Plebiscito. Anche stavolta tante le manifestazioni collaterali che andranno ad arricchire l’evento, con la presenza del “Villaggio” fulcro pulsante della manifestazione proprio al centro della piazza. Accanto alla prova competitiva la mezza maratona sui 21 chilometri e la “Corrinapoli” o mini-run sui 5 chilometri che cercherà come al solito di mettere insieme il maggior numero di partecipanti. La Maratona e la mezza maratona partono alle 8.30, mentre la Corrinapoli andrà ai box alle ore 9.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico