Campania

Caiazzo, ritorna a lavoro il rieletto sindaco Giaquinto

Stefano GiaquintoCAIAZZO (Caserta). Appena dopo la proclamazione ufficiale da parte del presidente del primo seggio elettorale stamattina il primo cittadino è tornato al palazzo di governo cittadino per riprendere l’attività insieme alla sua nuova e rafforzata squadra.

Poche, ma eloquenti, parole per i cittadini esultanti in seguito alla vittoria più eclatante della storia democratica caiatina: con oltre mille voti di vantaggio su un avversario penalizzato soprattutto per l’acredine dimostrata nei pubblici comizi, forse perché mal consigliato (e male accompagnato) ma che in fondo se l’è cercata: “Grazie a tutti voi possiamo riprendere subito il lavoro da dove ci eravamo, si, fermati, ma solo per poche ore; le cose da fare per la nostra amata città sono troppe per poterci permettere di perdere altro tempo. Anche per questo contiamo sull’apporto dei nostri candidati non eletti, che riteniamo parte integrante della squadra; purtroppo non tutti potevano entrare in Consiglio comunale, ma, se loro sono disponibili come auspichiamo, contiamo di responsabilizzarli tutti”. Intanto anche la minoranza ha disertato il primo appuntamento istituzionale: alla proclamazione ufficiale del sindaco e del nuovo Consiglio comunale, infatti, defezione degli sconfitti, dei non eletti e della stessa minoranza. Certo, gli oltre mille voti di distacco rappresentano un giudizio fin troppo eloquente degli elettori, ma è opinione diffusa che la squadra di Ferrucci –composta da tutte persone per bene – potrebbe riscattarsi abbandonando definitivamente la linea dell’acrimonia, indossando gli abiti dell’umiltà e prendendo le distanze dai peggiori consiglieri, per dedicarsi al bene della città con un’opposizione anche dura, ma costruttiva quando in ballo ci sono gli interessi della collettività. Nei prossimi giorni il sindaco Stefano Giaquinto, riconfermato a furor di popolo, ufficializzerà la data dei festeggiamenti e del primo Consiglio comunale, che, come sempre, intende concordare insieme a tutta la squadra; comunque non prima della prossima settimana. Intanto tengono banco le discussioni sui possibili assessori e sulle nomine in seno ad altri enti, comprese le Opere Pie Riunite, dove, se previsto dallo Statuto, potrebbero trovare una giusta collocazione anche alcuni candidati non eletti per pochi voti. Qualora dovessero essere premiati i candidati più votati, il nuovo esecutivo potrebbe essere composto da Tommaso Sgueglia (già riconfermato vice sindaco), Angelo Fasulo, Giuseppe De Biase, Antonio Di Sorbo, Rosetta De Rosa e Salvatore Fasulo, ma è opinione diffusa che due di questi potrebbero essere destinati ad altro incarico -vedi Presidente del Consiglio e Comunità Montana- anche per consentire l’ingresso di altri due uomini del gruppo Sibillo (Città Nuova), che potrebbero essere Stefano De Matteo ed Antonio Chichierchia.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico