Campania

A Sant”Anastasia le donne “rompono il silenzio”

 SANT’ANASTASIA (Napoli). “Le donne rompono il silenzio”. Con questa affermazione l’equipe del Centro Spazio Donna di Sant’Anastasia intende avviare una campagna di informazione per aiutare le donne vittime di qualsiasi forma di violenza a trovare il coraggio di uscire allo scoperto, di parlare, di confidarsi e di denunciare per ritrovare la propria dignità.

Si desidera far opera di sensibilizzazione perché tutti, istituzioni o privati cittadini, prestino maggiore attenzione a questo doloroso, diffuso e di fatto tollerato problema: nessuno si faccia complice dei “violenti” fingendo di non vedere! Come sappiamo, il 70% circa delle violenze avviene all’interno delle mura domestiche, ma solo il 18% circa delle donne che hanno subito violenza in famiglia la considera un reato e solo il 7,5% la denuncia. Nell’anno 2007 un milione e 150 mila sono state le donne vittime di violenze abusi in Italia, il 22% in più dell’anno precedente.

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

3 aprile 2008 ore 16,30 – sala consiliare – Introduzione ConsigliaEsposito (Coordinatrice dell’equipe Spazio donna di S. Anastasia)

Interventi: Paola Cornari (Psicologa del Centro Antiviolenza Eva); Caterina Corbo (Responsabile del Centro Antiviolenza Eva); Maria Maione (Commissario di Pubblica Sicurezza); Concetta Gentile (Avvocato del Centro Antiviolenza Eva); Margherita Beneduce (Responsabile dei Servizi Sociali di S.Anastasia);

Saluti finali Carmine Pone (Sindaco di S. Anastasia); Assunta Cennamo (Assessore alle Politiche Sociali di S. Anastasia); Nicola Anaclerio (Coordinatore Ufficio di Piano NA 10); Francesca Beneduce (Presidente Commissione Pari opportunità); Giuseppe Gambardella (Presidente Cooperativa Irene ’95).

Il filo conduttore degli interventi sarà un caso di violenza, presentato da una donna vittima di violenza. Racconterà come, quando e perché ha maturato la decisione di uscire dall’omertà, per incoraggiare le donne a parlare e denunciare. A tutte le donne intervenute sarà consegnato un opuscolo con i numeri di telefono dei centri antiviolenza e le informazioni più utili.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico