Aversa

Giulio Tremonti fa tappa nell”agro aversano

Giulio TremontiAVERSA. Il vicepresidente di Forza Italia, Giulio Tremonti, mercoledì ha fatto tappa in provincia di Caserta, visitando, in mattinata, la sede degli Industriali, per poi recarsi, nel pomeriggio, a Carinaro, piccolo centro dell’agro aversano, presso il polo calzaturiero Unica. video

Ad accogliere l’ex ministro dell’Economia c’erano il presidente del consorzio, Carlo Benigno, assieme ad una folta schiera di esponenti e candidati del Pdl casertano, tra cui i senatori Pasquale Giuliano (Fi) e Gennaro Coronella (An), il consigliere regionale Giuseppe Sagliocco (Fi), l’onorevole Nicola Cosentino, coordinatore regionale azzurro, il sindaco della città di Aversa, Domenico Ciaramella (Fi), oltre ad una folta schiera di persone. Tutte contro il Partito democratico le stoccate lanciate dal palco da Tremonti. “Veltroni promette l’impossibile. – ha detto – Dopo l’assicurazione alle casalinghe, domani dirà Tremonti sul palcoche regalerà un’automobile, ma anche un motorino per i minorenni, poi prometterà una lavatrice, ma anche le pentole”. Poi un attacco ai “poteri forti” che appoggiano il Pd. “La sinistra sta dalla parte dei grandi banchieri, e i grandi banchieri stanno dalla parte di Veltroni e hanno fatto la coda per votare alle primarie del Pd, figuriamoci alle ‘secondarie’. A noi dei grandi banchieri non c’è ne frega un cavolo”. In terra campana, ovviamente, non poteva mancare l’argomento “Bassolino”. E Tremonti, nel parlare della proposta della Banca del Mezzogiorno, ci va giù pesante: “Noi vogliamo di nuovo la Banca del Sud. Bassolino ha detto che questa banca diventerà la ‘banca della malavita’. Il signore si che se ne intende!”. E, infine, una sintetica illustrazione del programma del Pdl, sullo schema “per loro…mentre per noi…”, riguardo temi di legittima difesa, famiglia, sicurezza, forze dell’ordine, culminata con queste parole: “Per la sinistra l’unica bandiera che conta è quella della pace, per noi è quella dell’Italia”. Tremonti si è poi intrattenuto nello showroom del consorzio e scambiato quattro chiacchiere con i convenuti. Ai nostri microfoni sè tornato ad attaccare Bassolino: “La Campania ha un problema principale e si chiama Bassolino. Lui ha detto me ne vado solo nel 2009. Deve spiegare perchè. E” una questione di agenda personale o è interesse della Campania? Deve finire qualcosa o spera solo di andare alle Europee per l”immunità parlamentare?”.

Giulio Tremonti(09.04.08)

Sen. Pasquale Giuliano

Sen.Gennaro Coronella

SindacoDomenico Ciaramella

Nicla Virgilio

Carlo Benigno presidente Unica

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico