Trentola Ducenta

Riapre Taverna del Re, vergogna e sgomento

Protesta a Taverna del ReTRENTOLA DUCENTA. La riapertura, anche per soli 5 giorni, della discarica di Taverna del Re, in tenimento del comune di Giugliano, ma praticamente fuori dalle finestre di Trentola Ducenta, rappresenta l’ennesima presa per i fondelli dei cittadini che avevano creduto nello Stato, dopo la chiusura definitiva del sito di fine dicembre dello scorso anno.

L’ennesimo dietro front dello Stato e del suo Commissario Straordinario, Gianni De Gennaro, la dice lunga sul futuro della soluzione dell’emergenza rifiuti, sul nostro territorio, una “pratica” ormai fin troppo piena di bugie, falsi, soprusi, attentati alla salute dell’individuo e della società, affari, truffe,vergogna mediatica ed internazionale. La nostra solidarietà va alla signora Lucia De Cicco, che è arrivata al gesto estremo del cospargersi di benzina e darsi fuoco, un gesto che mai nessun essere umano dovrebbe essere costretto a fare, né a pensare. Ci sembra anche inutile tornare sui problemi di Taverna del Re dopo le tante battaglie portate avanti durante i sit-in alla discarica, le marce di protesta, i comizi, i volantini e via dicendo, credevamo nella parola dello Stato, ancora una volta ci siamo dovuti ricredere. Domani ricomincerà l’azione di difesa con le visite ispettive dell’Asl di Giugliano, i sopralluoghi dell’Arpac e via dicendo, probabilmente tutte “bufale” inutili in un luogo, il nostro, dove non esiste più la legalità per nessuno. La sensazione, forte, è quella di trovarci davanti ad una decisione “politica” che vuole chiudere la nostra terra come un grande campo di concentramento pieno di rifiuti, il tutto con il silenzio della nostra classe politica inerme ed inutile.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico