Trentola Ducenta

Lettera di Michele Griffo ai lettori di Pupia

Michele GriffoTRENTOLA DUCENTA. Riceviamo e pubblichiamo le dichiarazioni dell’ex sindaco Michele Griffo, consigliere comunale di opposizione e capogruppo alla Provincia di Fi, in merito all’episodio delittuoso di cui è stato vittima e alle critiche lanciategli dal sindaco Nicola Pagano.

Cari lettori di Pupia,

è la prima volta che intervengo su questo sito web, in altre occasioni ho sempre evitato di farlo, ma questa volta credo giusto e doveroso dare delucidazioni e perché no, chiedere giustizia per l’episodio criminoso di cui sono stato vittima insieme alla mia famiglia. Come dicevo ho sempre evitato di intervenire e di commentare articoli giornalistici, questa volta però, alla luce delle affermazioni del sindaco Pagano, è doveroso ed indispensabile da parte mia dare chiarimenti per l’atto delittuoso subito.

Pertanto confermo quanto denunciato agli organi di stampa e cioè: “Quando un’amministrazione del malaffare e del malgoverno cerca in tutti i modi di coprire delle malefatte scaricando sugli altri le responsabilità e seminando un clima di sospetto e odio è facile che succedono queste cose”.

Il sindaco Pagano, in seguito a queste mie affermazioni, invece di aprire un confronto serio sull’accaduto per instaurare un dibattito al fine di approfondire verità e responsabilità, ha confermato, semmai ce ne fosse bisogno, la sua pochezza ed incapacità politica, e perché no la sua nota, cronica e consacrata incapacità amministrativa, a dir poco labile e ballerina. In sintesi, il sindaco Pagano ha pensato bene, parlando a vanvera, di deviare le indagini ed infangare le persone con argomentazioni che respingo al mittente. Rivendicare ruoli non di propria competenza, quale il ruolo di responsabile dell’ordine pubblico, è la dimostrazione tangibile dell’incapacità di una persona a ricoprire la carica di sindaco, per rispetto e serietà verso gli organi di Polizia giudiziaria.

Tralascio di commentare oltre misura l’ignoranza dimostrata dal sindaco in materia, infatti non conosce né capisce la differenza che passa tra le responsabilità di un organo di Pg e quelle di responsabile di ordine pubblico, sono aspetti diversi che per lui è difficile capire, ha mortificato con le sue affermazioni la carica e le Istituzioni, in poche parole è una offesa per i nostri cittadini, ciò basta e avanza per qualificare il personaggio agli occhi degli organi istituzionali. Benissimo ha fatto il comandante della stazione locale dei Carabinieri a non informarlo dell’accaduto, anche perché soggetto al segreto d’ufficio.

Durante la conferenza stampa, il sindaco, con le sue meschinità, ha cercato di confondere le acque, ha parlato di fatti senza alcun fondamento, parlando addirittura di cariche che ho ricoperto circa venti anni fa. Da tutto ciò è facile capire che dalle argomentazioni portate non si può che rafforzare in me che le responsabilità vanno individuate nella vita amministrativa della città. E’ anche ridicolo il tentativo del sindaco di strumentalizzare la mia attività nel Consorzio GeoEco e addirittura il mio stile di vita, su quest’ultimo aspetto consiglio il sindaco Pagano di evitare di attivare troppe manifestazioni e feste con balli e balletti (potrebbero essere pericolosi)…gli consiglio anche di eliminare qualche vizio…così va meno in bambola. Comunque, rassicuro il sindaco che ho chiesto e chiederò agli organi preposti, al fine dell’accertamento della verità, di effettuare indagini su tutto quanto ha dichiarato (ASL20, PIP, Insediamenti Commerciali, GeoEco, Attività Edilizia, Urbanistica, La Mia Vita Pubblica e Privata), ma credo cosa giusta che un attimo dopo tali accertamenti è mio diritto chiedere agli stessi organi di indagare su eventuali responsabilità di persone e di attività collegate con l’attuale amministrazione comunale.

Come rassicuro il sindaco Pagano che la sua richiesta di Commissione di Accesso al Comune di Trentola-Ducenta avrà il mio pieno e totale sostegno, non sarò certamente io a frenare tale iniziativa, anzi, chiederò di indagare anche sulla mia attività di sindaco a 360 gradi.

Il sindaco Pagano è talmente imbambolato ed incosciente da nonrendersi conto che l’urbanistica e l’attività edilizia presente e passata è da ricondurre ad un ruolo attivo suo e di ben otto esponenti della sua maggioranza…certo che ha fatto un bel regalo ai suoi amici sollevando il problema! Per quanto mi riguarda, ben vengano tutte le inchieste che il Pagano e la sua maggioranza ritengono opportune, non ho niente da temere, ho sempre agito nel pieno e totale rispetto della legge.

Il sindaco Pagano, invece di liberarsi del fango in cui ha portato l’amministrazione comunale, rivolge, con grande insensibilità e cattiveria, strali contro la mia persona, dimenticando il ruolo attivo, anzi attivissimo, avuto durante la mia attività amministrativa, ruolo avuto per anni e anni. Il Pagano crede che il cappotto che indossa possa coprire il marcio che lo attanaglia….

Ritengo opportuno liberare la mente del Pagano da alcune sue fantasie, quindi delucido il sindaco sulla mia attività all’ASL20 (1989/1990): l’unica persona che posso pensare poteva attentare alla mia persona è qualcuno che è rimasto escluso dal suo concorso presso la stessa Asl, per l’assunzione di fisioterapista….non avere rimorsi…è una eventualità assolutamente da scartare! ….Vedi, sono buono…non avere rimorsi o paure per la mia persona…libera la tua mente e la tua coscienza…nessuno attenterà alla mia vita.

Nella GeoEco ho svolto un ruolo con professionalità e capacità, basta leggere gli atti, ruolo sempre svolto nel rispetto delle leggi, un mio parere favorevole a qualche assunzione è stato espresso solo per rispetto di diritti acquisiti e per persone di alto profilo professionale ed intellettivo e di grosse capacità organizzative che hanno portato solo benefici all’ente.

E’ vero che i cittadini di Trentola-Ducenta subiscono dei danni, ma dall’attuale sindaco, a causa dei suoi ordini di servizio taroccati, al contrario posso dire che ho lasciato un comune che svolge la raccolta differenziata dal 2001/2002, con percentuale del 35/50% (anche a dispetto di persone vicino a lui che non la svolgevano), se ne può vantare nelle sedi opportune pur non avendone alcun merito e diritto. Sempre in tema di delucidazioni, nel riprendere il discorso dell’attività edilizia, è palese a tutti che il nostro eroe Pagano raggiunge il massimo dell’incoscienza (posso affermare che ho lasciato sempre libero l’ufficio tecnico di decidere in piena autonomia e libertà nel rispetto della legge, mai fatto pressioni di nessun genere come possono accertare gli organi giudiziari) perché mi ha fatto ingoiare molti rospi proprio l’attuale sindaco, per il suo impegno attivo in favore di specifiche attività edilizie, in alcuni casi, anche con modi poco civili. L’unico che ha confuso ruoli e compiti dell’Ufficio Tecnico è proprio l’attuale sindaco. Meno male che vistavo gli atti di ingresso al Comune per il relativo smistamento agli uffici di competenza, anche con un tale controllo è stata confezionata una variante completamente falsa, quante ne sarebbero state confezionate senza il mio visto di smistamento degli atti?

A questo punto, ritornando a monte del discorso, mi chiedo e chiedo: è mai possibile che un sindaco non riesce a capire che molte sono le persone che si muovono intorno ad una attività amministrativa con interessi vari, legali ed illegali? E’ talmente chiuso mentalmente che non riesce a rendersi conto che le persone sono facilmente influenzabili ed istigabili? E’ possibile che non si renda conto che molte sono state le promesse della campagna elettorale e moltissime le aspettative di chi li ha votati?…..Ne ricordo alcune: assunzioni (anche di vigili urbani), sanatoria dei sottotetti, espropri di comodo, affidamenti di lavori, concessioni edilizie, incarichi e promozioni a fratelli di consiglieri comunali, a questo punto sarebbe anche giusto indagare fino in fondo sull’esposto-denuncia dell’avvocato Lorenzo di Caprio.

E’ vero ciò che afferma il Pagano, che niente ha prodotto fino ad oggi l’attuale amministrazione, è sotto gli occhi di tutti un paese completamente alla deriva, anche se sono stati “bravi”, rispetto alla precedente amministrazione, a triplicare le spese di alcuni servizi, di adottare una delibera illegale per promozione di cinque vigili urbani, di deliberare illegalmente il progetto delle opere di urbanizzazione della zona del Lavinaio (delibera 106/07), opere che non possono mai essere realizzate, quindi hanno preso per i fondelli quei cittadini ai quali durante la campagna elettorale erano stati promessi mari e monti. Per realizzare le opere è necessario l’attestazione di classificazione di strada comunale, attestazione che non è possibile perché trattasi di strade private (nota Regione Campania, prot. 0355205 del 18/04/2007 – ore 12:59).

Questi sono solo alcuni esempi del malgoverno dell’amministrazione Pagano… E’ mai possibile che non si renda conto che scaricando subdolamente sugli altri le responsabilità per la loro inefficienza ed incapacita’ amministrativa, scaricando sugli altri qualsiasi tipo di veleno, si possano fomentare atti criminali? Come è possibile non rendersi conto che, addossando ad altri denuncie anonime e nefandezze di qualsiasi genere per coprire le propria incapacità e le promesse fatte, si attenta all’incolumità delle persone?

Il sindaco farebbe bene a farsi promotore di un’indagine al fine di accertare i responsabili degli scritti anonimi, sarebbe un modo serio di liberare l’attività amministrativa da personaggi di fogna! E’ grave anche l’ultimo episodio riguardante il sequestro di un’attività commerciale, anche in questo caso, per sfuggire ai propri impegni e responsabilità, l’unica loro preoccupazione è stata quella di scaricare la colpa su chi di colpe non ne ha….è giusto e doveroso, quindi, chiedere alle autorità competenti di individuare i responsabili, così si incomincia a fare un po’ di pulizia..eliminando qualche figuro.

Credo che il sindaco e l’amministrazione comunale, assumendo posizioni da irresponsabili in merito all’atto criminoso da me subito, hanno perso una buona occasione per riportare serietà e correttezza nella vita amministrativa, di fare pulizia all’interno per garantire la massima trasparenza ai cittadini, ma tutto ciò non è stato portato avanti, anzi, la situazione è stata ulteriormente intorbidita, comunque affiancheremo il Sindaco per tutte le indagini che riterrà opportuno richiedere ed aprire. Mi dispiaceper quei pochi consiglieri comunali che, non conoscendo il personaggio e quindi facendosi ingannare, hanno creduto di abbracciare il cambiamento della vita politica. Anche loro, come certamente i consiglieri e affini della mia ex maggioranza, con tale personaggio ed alla luce delle dichiarazioni fatte, si troveranno sicuramente o sciolti o in qualche aula di tribunale.

La smetta il sindaco Pagano di mistificare la verità, di intimorire i propri consiglieri, di cercare di tenere in piedi la propria maggioranza con il solito ritornello: “La minoranza ci vuole far arrestare”, anche questo è un giochetto che prima o poi per il Pagano finirà, i consiglieri capiranno che l’unico pericolo, l’unica persona, che li può portare e li porterà nelle sedi giudiziarie è proprio lui, come credo abbia già fatto. Scommettiamo che li riportera’ alle origini?….In poverta’? Sarebbe un bel colpo…

Per quanto ci riguarda, siamo sempre stati e saremo controllori e oppositori, anche feroci, ma solo nelle sedi amministrative. Resto fermo e convinto assertore che la mia dichiarazione rilasciata agli organi di stampa e cioè, ripeto ancora: “quando un’amministrazione del malaffare e del malgoverno cerca in tutti i modi di coprire delle malefatte scaricando sugli altri le responsabilità e seminando un clima di sospetto e odio è facile che succedono queste cose” è sempre valida, la verità va ricercata in quella direzione perché troppe sono le insinuazioni, le calunnie e le accuse ingiuste che si scaricano su persone completamente estranee a cattiverie di qualsiasi genere, compreso il vergognoso uso degli anonimi.

Cordiali saluti

MICHELE GRIFFO

 

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico