Trentola Ducenta

Convegno sull”Acqua alla Biblioteca Comunale

Emergenza acquaTRENTOLA DUCENTA. La Biblioteca Comunale in Piazza Marconi ospiterà venerdì 14 marzo, alle ore 17.30, l’ennesimo appuntamento che l’associazione Arcobaleno va ad organizzare nell’ambito del lunghissimo programma di eventi stilato per il 2008. Stavolta l’interesse sarà puntato sulle problematiche dell’intero territorio riferite all’acqua.

“La Banca dell’Acqua”, questo il titolo della serata che vuole interessarsi di vari aspetti collegati a questo bene indispensabile. Aprirà le relazioni la professoressa Mena Moretta, componente del Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua, che introdurrà i lavori con una relazione su “Si scrive acqua, si legge democrazia, la sfida del nuovo governo pubblico e partecipato di un bene comune”. Per la Moretta l’ennesima occasione per contrapporsi ai vari tentativi di privatizzazione delle acque, ma anche un importante monito su questo bene che è proprietà di tutti. L’ingegner Francesco De Paola, dell’Università Federico II di L’ingegner Francesco De PaolaNapoli, terrà una relazione su “Reti idriche di distribuzione: nuove metodologie per il risparmio idrico”. La relazione, alquanto dettagliata, riguarderà lo stato attuale della rete idrica di Trentola Ducenta ma anche del comprensorio, per una conclusione che vuole proporre una “distrettualizzazione” della gestione dell’acqua e un impegno comune che è quello di ridurre le perdite che forse sono il maggior consumo attuale delle acque a livello locale. Ultima parte della serata sarà quella riservata al professor Antonio Marra, docente di Laboratorio Chimico presso l’Itas “Elena di Savoia” di Napoli, che presenterà uno studio dell’acqua di Trentola Ducenta proveniente da quattro punti diversi della città. A fare gli onori di casa il sindaco Nicola Pagano, a moderare il presidente dell’Arcobaleno, Vittorio Savino. L’invito è stato esteso anche ai comuni, sindaci, assessori, consiglieri comunali e cittadini del comprensorio, al fine di una sensibilizzazione concreta attorno a quella che, si spera, non diventi l’ennesima “emergenza” del nostro territorio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico