Sant’Arpino

Savoia e l”impegno a costruire una “Città Amica”

Giuseppe Savoia SANT’ARPINO. Parte oggi la campagna elettorale del Partito democratico e del sindaco Giuseppe Savoia per le amministrative del 13 e 14 aprile.

“Una campagna elettorale – ha dichiarato il sindaco Savoia – impostata su una linea-guida originale e moderna, che vuole caratterizzare l’impegno di una squadra a continuare nel lavoro per migliorare un progetto che ha già conseguito importanti e significativi successi: dalla rete idrica e fognante alla rete stradale; dalla rete del gas metano all’ampliamento del cimitero; dal Parco archeologico alla circumvallazione esterna; dalle bonifiche ambientali al potenziamento del verde pubblico; dagli interventi di contrasto alla povertà alle iniziative a favore dei minori a rischio; dal comitato per i diritti dell’infanzia alle politiche di sostegno agli anziani”. “Questa è solo una parte – ha continuato il sindaco – delle tante cose realizzate nel corso di questi ultimi cinque anni. Ora vogliamo continuare a fare e a migliorare affinché ci sia quel cambio di passo decisivo per realizzare la ‘Città Amica’ di tutti, nella quale una diversa qualità della vita diventi la cifra quotidiana del nostro impegno, per conseguire e fare concretamente tutti i giorni gli interessi del bene comune”. “Questo – ha aggiunto poi il sindaco – è il senso e il significato del nostro messaggio. Io mi ritengo prima un cittadino e poi il sindaco. Da qui La campagna elettorale ci vedrà , in questi trenta giorni, impegnati ad ascoltare i nostri concittadini, ovunque loro ritengano opportuno, nelle case, nei quartieri, nelle piazze, nella strade, senza la necessità di aprire tanti comitati elettorali. Per questo ribadisco: ‘prima cittadino e poi sindaco’. Mi impegno – ha detto ancora Savoia – a migliorare la viabilità, l’ambiente, la qualità della vita, lo sviluppo e l’occupazione. E il nostro impegno maggiore sarà per migliorare ancora le periferie, dove già abbiamo realizzato non pochi e importanti interventi con la riqualificazione e l’arredo urbano, e dove ora c’è la necessità di valorizzare gli spazi di partecipazione attiva e di integrazione sociale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico