Sant’Arpino

Cimitero, Consiglio di Stato accoglie ricorso del Comune

 SANT’ARPINO. E’ stato accolto dal Consiglio di Stato il ricorso che l’amministrazione comunale, presieduta dal sindaco Giuseppe Savoia, ha fatto contro la Alma Costruzioni s.n.c. e la Coveca s.r.l.

Gli eventi risalgono al settembre 2004 quando, l’ufficio servizi cimiteriali, indice la gara d’appalto per i lavori di ampliamento del cimitero comunale. Aggiudicataria della gara risultò l’ATI (associazione temporanea di imprese) formata dalle suddette imprese, Alma Costruzioni e Coveca. Successivamente, secondo il diritto di autotutela, l’aggiudicazione fu annullata perché, dai controlli fatti dall’Amministrazione, emersero dei vizi nella documentazione delle due imprese. La ditta giudicata vincitrice della gara fu, dunque, la GE.CO. s.r.l. Le ditte escluse fecero allora ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale di Napoli il quale, in primo grado, con la sentenza del 2005 e quella successiva del 2008, accolse il ricorso condannando il Comune al pagamento della somma spettante alle due imprese per il danno subito. L’amministrazione Comunale ha, invece, impugnato la suddetta sentenza innanzi al Consiglio di Stato ottenendo il giusto successo. Il ricorso è stato infatti accettato e la sentenza inappellabile ha dimostrato la legittimità dell’operato del Comune nell’ambito della gara d’appalto. Dalla sentenza è emerso inequivocabilmente che l’Amministrazione ha agito secondo le leggi e che quanto fatto era assolutamente legittimo. Si è così conclusa, dunque, con grande soddisfazione dell’intera amministrazione comunale e del sindaco Savoia questa vicenda legale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico